Rubano carburante da un trasformatore elettrico di A2A. Arrestati due napoletani pregiudicati

0
Bsnews whatsapp

Sono due cittadini italiani, entrambi napoletani, A.C. del 1968 e M.P. del 1977, gli autori del furto di olio dielettrico arrestati ieri dagli agenti delle Volanti dell’U.P.G.SP. L’intervento degli agenti è seguito alla segnalazione giunta in sala radio da un incaricato dell’A2A che, presente sul posto, denunciava all’operatore radio che due soggetti stavano aspirando dell’olio del tipo dielettrico, utilizzato come isolante per i trasformatori elettrici, da un impianto della loro azienda, posto in via San Polo angolo via Michelangelo. L’uomo dichiarava inoltre al 113 che i due utilizzavano per il furto la pompa del loro autocarro con cisterna per il trasporto di merci pericolose. I ladri, accortisi di essere stati notati dall’operatore dell’A2A in linea con il 113, dopo averlo inoltre minacciato, speronatagli la vettura, si sono dati alla fuga a bordo dell’autocarro. L’incaricato dell’azienda elettrica si è messo quindi al loro inseguimento, tenendosi comunque ad una distanza di sicurezza e segnalando al contempo all’operatore radio, gli spostamenti dei fuggitivi in tempo reale. Grazie alla sua preziosa collaborazione e alla professionalità dell’operatore radio, gli agenti a bordo di due Volanti sono riuscite a raggiungere i cittadini napoletani i quali, giunti nel frattempo in via Labirinto, hanno abbandonato l’autocarro fuggendo tra i campi. Ne è derivato così un inseguimento appiedato che da via Labirinto ha portato gli agenti fino in via Flero e poi tra i campi attigui alla tangenziale Sud fino al raggiungimento dei due ladri. Ancora sporchi di sostanza oleosa, i due, stremati dalla corsa, non hanno opposto alcuna resistenza ai poliziotti. Uno dei due è stato inoltre trovato in possesso delle chiavi dell’autocarro, mezzo acquistato da una persona a lui sconosciuta e senza passaggio di proprietà. Nell’abitacolo del veicolo gli agenti hanno rinvenuto una borsa con diversi utensili ed attrezzi, anch’essa imbrattata d’olio. All’interno della cisterna dell’autocarro personale della Polizia Stradale ha successivamente accertato fossero presenti circa 6.500 litri di olio furtivamente asportato per un valore economico di circa €18.000. I due uomini, entrambi pregiudicati, sono stati pertanto arrestati per rapina in concorso e attentato ad impianti di pubblica utilità.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI