A2A chiede 750 milioni di euro agli investitori istituzionali

0

A2A ha collocato oggi sul mercato europeo l’emissione di un prestito obbligazionario per un importo complessivo di 750 milioni di euro della durata di sette anni, destinata esclusivamente a investitori istituzionali. L’emissione è stata effettuata nell’ambito del Programma Euro Medium Term Notes di A2A di complessivi 2 miliardi di euro e in esecuzione di quanto deliberato dal Consiglio di Gestione in data 15 novembre 2012. Le obbligazioni, che hanno un taglio unitario minimo di 100 mila euro e scadono il 28 novembre 2019, prevedono una cedola annua di 4,500% e sono state collocate a un prezzo di emissione pari a 99,718%. Il tasso di rendimento lordo effettivo a scadenza è pari a 4,548%, corrispondente ad un rendimento di 325 punti base sopra il tasso di riferimento (mid-swap a 7 anni). Le obbligazioni sono regolate dalla legge inglese. La data di regolamento della sottoscrizione è stata fissata il 28 novembre 2012. Da tale data le obbligazioni saranno negoziate presso la Borsa del Lussemburgo. L’emissione obbligazionaria è parte della strategia finanziaria del Gruppo, volta a garantire un adeguato livello di liquidità, allungare la durata media del debito e diversificare le fonti di finanziamento. L’operazione di collocamento è stata curata da Banca IMI, BNP Paribas, Mediobanca e UniCredit Bank, in qualità di active Joint Bookrunner e da Banca Akros – Gruppo BPM e Centrobanca in qualità di passive Joint Bookrunner.

Comments

comments

LEAVE A REPLY