Sono 52mila i bresciani che hanno votato alle primarie del centrosinistra

0
Bsnews whatsapp

Partiamo dai dati. Ecco I risultati della provincia:
BERSANI 43,86%
RENZI 39,09%
VENDOLA 12,12%
PUPPATO 3,40%
TABACCI 1,53% 

Sono stati oltre 52mila i bresciani che ieri si sono recati alle urne per le primarie del Partito Democratico. Un affluenza lontana dai numeri di quelle del 2005 – 68.200 votanti, un plebiscito per Romano Prodi – ma superiore di molto rispetto ai 42mila del 2007. Tutto si è svolto nel migliore dei modi secondo il responsabile del coordinamento provinciale Michele Bondoni, è vero che in alcuni momenti si sono formate code ai seggi, ma è stato solo dove gli elettori non hanno effettuato la registrazione preventiva on-line.   

Non di poco differenti rispetto ai dati complessivi provinciali, i dati del capoluogo: Bersani 5.560 pari al 45,88%; Renzi 4.223 voti pari al 34,85%; Vendola 1.743, 14,38%; Puppato 447 3,69%; Tabacci 141 voti, 1,16%.

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Sarebbe bello poter fare la stessa festa di democrazia e di partecipazione per le elezioni alla Loggia. Invece no, tutti a darsi le pacche sulle spalle ma il PD Brescia nella sua città le primarie proprio non le vuole fare.

  2. Nonostante lo strombazzamento dei media ste primarie direi che sono state un flop:su un milione di aventi diritto al voto va a votare il 5%! E pensate che si poteva scegliere dalla destra di renzi alla sinistra di vendola….prese più voti il mortadella prodi ed è tutto dire!(Considerato che poi non fini tanto bene).

  3. Rosicate rosicate, mi piacerebbe vedere quanta gente mobilita il PDL o La LEGA…….HAHAHAHAH A!!!!! Grande PD!!!!!!!!!!!!!!!!!! !!!! P.S: Si narra che nel PDL stiano pensando di darli loro i due euro…fondi neri ?!

  4. Secondo me SEL farebbe bene a contrattare il sostegno a Bersani solo se si faranno le primarie, altrimenti che prova di democrazia può essere quella della ricerca del candidato sindaco per il centro sinistra?

  5. Lo sanno tutti che Napolitano nominerà Monti e che la macelleria sociale continuerà con il voto convinto del PD e di tutti gli altri.La volontà di partecipazione il PD la stimoli quando decide contro il parere della città la Metro o svende L’ASM alla finanza speculativa oppure quando dà il via libera all’aumento della produzione ai padroni delle ferriere in zona residenziale.

  6. Gli euro andrebbero divisi pro quota elettorale: 45 mila ai bersaniani, 36 mila ai renziani, 16 mila ai vendoliani, 5 mila ai pupattiani, 2 mila euro ai tabacciani. O magari si intasca tutto il PD ?

  7. I 104000 Euro offerti al P.D. serviranno per gli affitti delle sale civiche e per pagare le spese vive effettuate e comunque resteranno sul territorio non verranno certo investiti in Tanzania o in cene a base di ostriche come avete fatto voi per vent’anni.

  8. Si certo certo come i 200 milioni di euro che il PD ha preso dal 2008 ad oggi….eh già ma loro sono gli onestoni.Andate a vedere le palate di voti che bersani ha preso in calabria per vedere quanto sono onesti.Non per niente la settimana scorsa hanno arrestato 2 consiglieri provinciali di Cosenza del pd per ‘ndrangheta.

RISPONDI