A2A nel Cdli, tra le migliori aziende per la comunicazione sui temi del cambiamento climatico

0

A2A è stata inserita nel Carbon Disclosure Leadership Index 2012, l’indice che raggruppa le prime 10 aziende del FTSE Italy (100) che hanno dimostrato maggiore trasparenza e completezza nella comunicazione di informazioni riguardanti il cambiamento climatico. Il Carbon Disclosure Project (CDP), organizzazione che rappresenta 655 investitori istituzionali con un patrimonio gestito di 78.000 miliardi di dollari in asset, ha conferito ad A2A l’importante riconoscimento sulla base di una analisi delle risposte fornite sui temi delle emissioni di gas a effetto serra, sugli obiettivi di riduzione delle emissioni e sulla valutazione dei rischi e delle opportunità connessi al cambiamento climatico. A2A ha totalizzato una valutazione di 88 punti su 100, con un miglioramento di 13 punti rispetto al 2011. Per la prima volta quest’anno il Gruppo ha integrato le risposte al questionario con la certificazione, da parte di un revisore esterno, delle emissioni dirette ed indirette di CO2.

Il Carbon Disclosure Project ha, inoltre, valutato positivamente l’impegno del gruppo A2A nelle azioni messe in atto per il raggiungimento della riduzione di emissioni di CO2, assegnandole un punteggio pari a B su una scala che va da A (massimo) a E (minimo). L’indice è compilato da IMQ (Istituto Italiano per il Marchio di Qualità) – l’ente di certificazione più importante d’Italia e leader in Europa nella valutazione della conformità – e fornisce uno strumento di valutazione per gli investitori istituzionali e gli altri soggetti interessati. Per maggiori informazioni: www.cdproject.net.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. 800.000 tonn di rifiuti inceneriti nell’INCENERITORE con 150.000 tonn di residui solidi tossici all’anno. Produzione bresciana 150.000 di rifiuti (riciclo attuale 40 %). Come è ormai prassi normale il riciclo raggiunge in pohi mesi l’ 80% per cui si potrebbero incenerire a Brescia soltanto 30.000 tonn.
    770.000 tonn di differenza li respiriamo con polmono bresciani (alla diossina e molto altro) a profitto della finanza speculativa cui è stata regalata ASM A2A. Complimenti ai politici per l’astuta operazione….Compli menti per la comunicazione….

  2. 800.000 tonn di rifiuti inceneriti nell’INCENERITORE con 150.000 tonn di residui solidi tossici all’anno. Produzione bresciana 150.000 di rifiuti (riciclo attuale 40 %). Come è ormai prassi normale il riciclo raggiunge in pohi mesi l’ 80% per cui si potrebbero incenerire a Brescia soltanto 30.000 tonn.
    770.000 tonn di differenza li respiriamo con polmono bresciani (alla diossina e molto altro) a profitto della finanza speculativa cui è stata regalata ASM A2A. Complimenti ai politici per l’astuta operazione….Compli menti per la comunicazione….

LEAVE A REPLY