La nascita di Pia Balotelli e i “voli” di Aldo Busi

0

Per una volta apriamo il nostro appuntamento settimanale con una bella notizia. Il 5 dicembre scorso, con qualche giorno di anticipo, è nata la bambina di Raffaella Fico e Mario Balotelli. La piccola sta bene, si chiama Pia, e nell’ospedale di Napoli dove è nata, è stata registrata con il cognome della mamma. Assente al lieto evento papà Mario, che si trova in Inghilterra, ma, appresa la notizia, si è dichiarato molto felice e ha telefonato in clinica per accertarsi che mamma e figlia stessero bene.

Ma dopo la bella notizia, ecco che arrivano già le note dolenti. Secondo alcune indiscrezioni, la neomamma avrebbe già venduto l’esclusiva delle foto della bambina ad un tabloid inglese, per una cifra che si aggirerebbe intorno ai 100mila euro. Insomma, gli affari sono affari.

Cambiamo completamente argomento e veniamo all’interessante dibattito televisivo tra due nostri concittadini. Fabio Volo ha infatti ospitato nel suo programma Aldo Busi che, oltre a raccontare il suo nuovo successo letterario, non ha perso l’occasione per lanciare le sue pungenti critiche.

La sua “ultima vittima” è la politica editoriale di Mediaset, colpevole, secondo lo scrittore, di avere tolto il suo spazio settimanale, “Amici Libri”, dall’originale orario del sabato pomeriggio, per metterlo “in castigo” in orari meno felici, fino a cancellarlo definitivamente. La rubrica letteraria di Busi andava in onda subito dopo la puntata del sabato pomeriggio di “Amici” e per chi pensa che il cambio d’orario sia stato determinato da scarsi risultati di audience, arriva tagliente la spiegazione di Busi dallo studio televisivo del suo concittadino: «Ho creato la più bella rubrica di libri. Amici Libri lo ricordo come un gioiello. Facevo tutto: dai costumi alle musiche, talvolta inserivo anche i balletti. Chiedevo ai maestri di ballo di farmi le coreografie. Ho portato più di 500 titoli. L’orario non era dei più felici, perché erano le nove del mattino. Il fatto è che mi avevano messo all’inizio alle 16,30. Con un libro in mano per venti minuti facevo uno share pazzesco, poi mi hanno tolto da lì perché ovviamente la gente vedeva la differenza tra quello che era venuto prima e quello che era venuto dopo. O mi spostavano o Mediaset poteva chiudere».

Comments

comments

1 COMMENT

  1. 1oomilaeuro per le foto della bimba???ma non è sfruttamento del lavoro minorile????……al è qui si svende di tutto!!figli genitori mariti amanti fratelli…però tutti hanno un prezzo..

LEAVE A REPLY