Primarie per Camera e Senato: si preparano gli aspiranti bresciani del Pd

17
Bsnews whatsapp

Se le elezioni politiche si faranno il 17 Febbraio, le primarie del Pd per i candidati al Parlamento dovrebbero tenersi il 29 e 30 dicembre. Procedura che Brescia aveva già approvato prima dell’estate e che ieri è stata confermata dal Direttivo nazionale.  Favorevole, scrive il Corriere, Guido Galperti la cui candidatura, insieme a quella di Paolo Corsini sembra ovvia. Tra i nomi papabili, riporta il quotidiano, Michele Orlando, sindaco di Roncadelle, Pietro Bisinella, attuale segretario provinciale del Pd e sindaco di Leno e Antonio Vivenzi, sindaco di Paderno Franciacorta e coordinatore provinciale dei pro Matteo Renzi. Si fa il nome anche di Mario Bezzi sindaco di Ponte di Legno ei Pierluigi Mottinelli consigliere provinciale. Per le donne sembrano in lizza Antonella Montini consigliere provinciale, Mara Bergomi, già assessore al Comune di Rovato e Marina Berlinghieri, assessore al Comune di Pisogne.

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

17 COMMENTI

  1. Il vecchio che avanza…dov’e’ tutto questo rinnovamento sbandierato in tv , sui quotidiani cartacei e online compiacenti ? sono i soliti nomi di chi tiene in mano il partito da 20 anni ahahah

  2. Nelle ultime elezioni il circolo PD dell’Iveco aveva proposto la candidatura di Alberto Tosa, operaio Iveco e sindaco di Saviore dell’Adamello. Era stato messo in lista al 12° posto per eleggere la sig.ra Binetti ed il sig. Lusetti, due personaggi che alla prima occasione sono scappati per confluire nell Udc di Pierfurbo Casini. Questa volta dobbiamo chiedere a gran voce che in parlamento ci sia un rappresentante del mondo del lavoro che nella scorsa legislatura era rappresentato solo da Calearo. Per questo motivo auspico che ci sia una mobilitazione per sostenere la candidatura di Alberto Tosa.

  3. Come potremmo fare, noi bresciani, il giorno che non fosse più deputato? Ce lo ritroveremmo in casa? Sappiamo quanto "bene" ha fatto ai conti della città la cessione di Asm e quanto ne ha fatto e ne farà la metropolitana i cui costi di esercizio c’è da attendersi che non saranno mai coperti dai biglietti. Vuoi vedere che è meglio votarlo?

  4. @scweik "Alberto Tosa, operaio Iveco e sindaco di Saviore dell’Adamello."….e sistono ancora operai che votano PD o SEL ? sindacalisti ed amministratori locali esclusi…ovviamente

  5. Come le viene in mente di candidare un operaio in rappresentanza del PD al parlamento? Non mi dica che è un operaio Iveco è abbastanza ricco da essere di sinistra!

  6. Ehhhhhhhh …. ma è questo il NUOVO che avanza ???? Ma fatemi il piacere !!! Gente attaccata solo alle POLTRONE da almeno 30 anni !!! Che disgusto …….

  7. Diciamola tutta, si tratta di persone che masticano politica da sempre e quindi il cursus honorum del PD continua ad essere timbrato così. Il vero dilemma riguarda i "vecchi" e verrà così risolto: stavolta Corsini al Senato e Galperti alla Camera, e ovviamente alla prossima tornata di nuovo Corsini alla Camera e Galperti al Senato. A meno che non torni in politica Gianni Prandini e così i suoi due antichi scudieri, appunto Galperti e la sig.ra Peroni (oggi PDL e da soli vent’anni in Regione Lombardia) non tornino umilmente alle origini donde spiccarono il volo…

RISPONDI