E’ morto Dario Ciapetti, sindaco di Berlingo. Lascia moglie e quattro figli

15
Bsnews whatsapp

Non ce l’ha fatta Dario Ciapetti. Ventiquattro ore dopo l’incidente si è spento quest’oggi all’ospedale di Chiari. Il sindaco di Berlingo era rientrato ieri mattina, domenica 16 dicembre, a casa dopo una corsa mattutina e, accortosi che aveva dimenticato le chiavi, ha pensato di scavalcare la recinzione, ma è scivolato e la punta di una barra della ringhiera gli si è infilzata sotto l’ascella recidendo un’importante arteria. Ciapetti è stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Chiari dove è stato sottoposto ad un delicatissimo intervento chirurgico, ma purtroppo per lui non c’è stato nulla da fare.Il sindaco di Berlingo lascia moglie e quattro figli. 

IL RICORDO

Da pochi minuti ci ‘è giunta la notizia che è morto Dario Ciapetti, sindaco di Berlingo, castegnatese di nascita e di gioventù, un caro amico… Esprimiamo alla famiglia (la moglie Gabriella ed i figli Michele, Elisa Veronica e Federico) alla mamma Domenica ed al fratello Guido con la famiglia e parenti tutti il cordoglio dell’Amministrazione comunale. Dario ha raggiunto in cielo il suo papà Carlo (consigliere comunale per 31 anni a Castegnato e apprezzato sindaco del paese dal 1980 al 1990) e don Pierino Ferrari fondatore della Comunità Mamrè. Consideriamo un patrimonio da far nostro la sua determinazione, la capacità di far sintesi e di individuare le soluzioni; la sua passione nel mettersi al servizio della comunità; l’amore per la politica che non è tale se non è onesta e partecipata; le priorità del suo operare: la famiglia, i più deboli e bisognosi di aiuto, la tutela del territorio e la salvaguardia dell’ambiente… Ciao Dario…

Giuseppe Orizio – sindaco di Castegnato

Se ne e’ andato un sindaco capace e vicino alla sua comunita’, un amministratore serio e amato. Soprattutto se ne e’ andato un amico, un uomo sensibile. Ricordero’ i tanti progetti condivisi in questi anni di collaborazione tra il comune di Berlingo e Cogeme, le tante iniziative organizzate sul nostro territorio. Ci mancherai Dario. Tanto.

Gianluca Delbarba 

Oggi è il giorno più triste e più buio della storia dei Comuni virtuosi. Se n’è andato un uomo vivo, puro, tutto d’un pezzo. Un amico, un grande amministratore, uno che sapeva guardare e costruire il futuro. Sono distrutto dal dolore, caro Dario. Ci mancherai tantissimo!

Associazione Comuni virtuosi 

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

15 COMMENTI

  1. Sono una moglie il cui marito è morto improvvisamete tre banni fa. alla lettura di questa notizia il mio pensiero è subito andato alla moglie.chissa che angoscia starà vivendo! le sono vicina con un abbraccio affettuoso.

  2. Le nostre più sentite condoglianze alla famiglia del Sindaco Dario ed alla sua "famiglia" amministrativa oggi orfana di un uomo perbene e competente.

  3. Un dramma assurdo che colpisce una persona che aveva a cuore il bene della propria comunità ed il benessere psicofisico della sua persona. Sono davvero dispiaciuto.

  4. Ciao Dario,hai lasciato un segno tangibile in ogni persona che hai incontrato,in ogni progetto messo in cantiere,in ogni opera realizzata!Grande uomo!!
    Con l’aiuto della preghiera giunga il sostegno a Gabriella,ai figli e familiari tutti,ad affrontare il futuro. Un abbraccio grande

  5. Ciao Dario,hai lasciato un segno tangibile in ogni persona che hai incontrato,in ogni progetto messo in cantiere,in ogni opera realizzata!Grande uomo!!
    Con l\’aiuto della preghiera giunga il sostegno a Gabriella,ai figli e familiari tutti,ad affrontare il futuro. Un abbraccio grande

  6. certe notizie lasciano a bocca aperta e fanno crescere rabbia profonda perchè aggiungono altra ingiustizia ad un mondo pieno di malesseri. Dario speriamo che il tuo esempio, la tua passione siano esempio per le generazioni a venire. Sei stato un grande Sindaco, la tua comunità ti ricorderà per sempre. Un pensiero va alla famiglia, alla moglie in particolare. Per quanto possa contare in queste ore lei deve sapere che non sarà sola e che il calore della popolazione di Berlingo e dei paesi limitrofi potrà lenire in parte il dolore che tutti stiamo provando in questo momento.

  7. Ciao Dario, sei stato il primo Sindaco della mia giovane carriera di segretario comunale, in te ho potuto apprezzare la lealtà, l\’amore per il bene comune, l\’intelligenza, la determinazione, la sensibilità e l\’umiltà: un grande umile uomo tra gli uomini. Un nobile rappresentate della democrazia come pochi. Non è giusto che siano i migliori ad andarsene.

  8. Se ne va innanzitutto un amico, una persona perbene, un innamorato del suo paese. Un appassionato della politica che nelle scelte amministrative ragionava come un padre di famiglia. Lui che di famiglia ne aveva una numerosa.
    Moltissim e sono state le occasioni di confronto con l’obiettivo comune di salvaguardare il nostro territorio. In tutte hai lasciato un segno in tutti noi. Ciao Dario.

RISPONDI