Il pane e le rose: la festa di “Diritti per tutti” per i figli degli sfrattati

0

(a.c.) Tanti, tantissimi, bresciani si sono privati di qualcosa che gli apparteneva per donarlo ai fligli delle persone sotto sfratto. Complessivamente sono stati oltre 500 i giocattoli raccolti anonimanente e poi distribuiti durante la festa "Il pane e le rose" organizzata ieri dall’associazione "Diritti per tutti" e da Radio Onda d’urto.

Presso il centro socio-culturale di Casazza è andato in scena un pomeriggio di vera e propia festa. Musica, uno spettacolo di bolle di sapone, addirittura un mangiafuoco: tutto per allietare il pomeriggio dei bambini figli di persone che presto potrebbero trovarsi senza un’abitazione. Piccoli incolpevoli della situazione in cui si trovano, ma che lo stesso hanno il diritto di divertirsi, di crescere serenamente. 

L’occasione è stata utile ad Umberto Gobbi per ricordare, come riportato su Bresciaoggi in edicola, che l’emergenza abitativa a Brescia e provincia è un problema enorme, problema che verrà nuovamente posto all’attenzione pubblica sabato prossimo, con un presidio sotto il Broletto affinché il prefetto faccia pressioni sul governo per una moratoria sugli sfratti dovuti a morosità incolpevole, o almeno che si faccia qualcosa a livello locale.

Comments

comments

LEAVE A REPLY