Oriella Savoldi entra a far parte del direttivo della Camera del Lavoro (Cgil) di Brescia

0
Bsnews whatsapp

Il Direttivo della Camera del Lavoro di Brescia ha integrato oggi la segreteria con l’ingresso di Oriella Savoldi. Nella nuova segreteria, oltre a lei, ci sono Damiano Galletti (segretario generale), Silvia Spera, Luciano Pedrazzani e Oliviero Girelli. Nata Brescia nel 1955, Oriella Savoldi ha una figlia. Ha iniziato a lavorare nel 1974 come impiegata in una fabbrica metalmeccanica, la Sei Esplosivi industriali Spa. In quegli anni fa parte del Coordinamento per la riconversione del settore Armiero e del Coordinamento dei delegati delle fabbriche metalmeccaniche di Ghedi, forma spontanea promossa nel paese per socializzare e confrontare le diverse esperienze sindacali. Nello stesso anno si iscrive alla FLM di Brescia, categoria unitaria dei metalmeccanici CGIL, CISL e UIL e, dopo il suo scioglimento, alla FIOM, della quale diventa delegata. Nel 1977 incrocia il femminismo e, con altre delegate, attiva momenti di libero confronto fra donne che segnano negli anni seguenti con parole, pratiche e forme politiche inedite – a Brescia il Gruppo del Martedì – la vita della Cgil. Lascia la fabbrica nell’83 e inizia a lavorare in Coopservizi scrl, una cooperativa della Lega (della quale è ancora dipendente in aspettativa sindacale). Iscritta alla Filcams (commercio e servizi), diventa poi delegata sindacale. Nel 1986 accetta l’incarico di funzionaria a tempo pieno nella Filtea (tessili) bresciana e fa parte della Segreteria fino al 1997, anno in cui entra nella segreteria della Flai (agroindustria) bresciana, categoria che poi dirige fino al nuovo incarico di segretaria organizzativa, con la responsabilità del settore agricolo, nel 2003, in Flai Lombardia. Nel 2009 entra nella segreteria della Cgil Lombardia dove segue i temi dei «Trasporti, Casa, Infrastrutture (EXPO), Salute Sicurezza nei luoghi di lavoro e Ambiente, Legalità e sicurezza, Commissione sociale antimafie». Nel febbraio 2011 diventa coordinatrice del Dipartimento Nazionale Cgil per le Politiche dell’ Ambiente e del Territorio. Oriella Savoldi è socia fondatrice dell’Università delle donne di Brescia e collabora con la Libreria delle donne di Milano e con la Comunità Filosofica “Diotima”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. "Lascia la fabbrica nell’83 e inizia a lavorare in Coopservizi scrl, una cooperativa della Lega (della quale è ancora dipendente in aspettativa sindacale)" 30 anni in aspettativa ??? quando si e’ in aspettativa come si fa con i contributi ?

  2. Dipendente, ma non retribuita dall’azienda, in aspettativa sindacale ? Bene, maturano comunque i contributi figurativi (nessuno tira fuori un euro da versare nelle casse dell’INPS) e alla fine si incassa la pensione. Questa è la legge, o mi sbaglio ?

  3. grazie piergi , stupendo anzi sublime ,invece di licenziarsi per far posto ad un disoccupato l’abbiamo ( e l’avremo ) sul groppone noi cittadini tutti."Tra poco avremo più dirigenti sindacali che lavoratori." non tra poco ma gia’ ora , le centinaia di migliaia di persone che vedi ai cortei a Roma o Milano sono tutti sindacalisti o delegati sindacali , di operai manco uno.

RISPONDI