Il Csi Brescia scommette sul biliardino

0

Gancio, napoletana, civetta, topo e suicidio. Sono solo alcune parole del dizionario del biliardino, un mondo di passione e divertimento su cui il Csi Brescia ha scommesso – e vinto – domenica scorsa, in occasione dell’evento organizzato all’oratorio di Provaglio d’Iseo. Biliardinando ha attirato in riva al Sebino una sessantina di appassionati di calcio balilla, che si sono sfidati impugnando le stecche dei tavoli giunti da Calcinato grazie alla preziosa collaborazione con Bresciana videogiochi.

Bilancio positivo dal punto di vista puramente sportivo, ma soprattutto sotto il profilo associativo. Il torneo, infatti, ha consentito di trascorrere un pomeriggio di gioco a bambini, ragazzi e adulti. Spazio anche ai diversamente abili della Scuola Calcio Matteo di Orzinuovi e porte aperte a numerose famiglie, con le appassionanti sfide della categoria “genitori e figli”, senza dubbio le più vissute. Al termine della competizione premi e rinfresco per tutti.

Esperimento riuscito, dunque, ma l’avventura ciessina tra gli omini rossi e blu non finisce qui. “Siamo solo all’inizio – ha dichiarato il direttore tecnico Emiliano Scalfi – perché il nostro intento è quello di dare sfogo alla passione e al divertimento che abbiamo visto a Provaglio portando questa disciplina in più oratori possibile. Vogliamo fare aggregazione in tutta la provincia intorno al biliardino”.

Sono già due, infatti, le prossime tappe di biliardino da mettere in agenda che verranno ufficializzate nei prossimi giorni. Il 18 e 19 gennaio si giocherà a Virle, mentre il 16 febbraio sarà la volta di Leno. “Il nostro appello – conclude Scalfi – è rivolto a tutti gli oratori. Chiunque volesse ospitare una giornata di Biliardinando non deve fare altro che contattarci”.

Comments

comments

LEAVE A REPLY