Brescia-Livorno 0 – 0 Caracciolo sciupa due grandi occasioni gol

0
Bsnews whatsapp

Sotto il cielo grigio del Rigamonti, le rondinelle provano a guadagnare i tre punti nell’incontro odierno (calcio d’inizio alle 15) contro il Livorno. La sfida non è di quelle semplici. Calori opta per una difesa a quattro, lascia Budel a centro campo insieme a Lasik e Bouy, con Caracciolo e Corvia in attacco e Arcari tra i pali.

PRIMO TEMPO – Al 2′ minuto è Caracciolo che tenta un cross dalla destra, Corvia prova il tiro ma manca la porta. Occasione mancata dopo due minuti dal difensore De Maio che si trova la palla sui piedi ma tira alto sopra la traversa. Al 10′ l’arbitro fischia un rigore a favore del Brescia. Caracciolo dagli 11 metri però tira forte ma centrale e il portiere avversario riesce a respingere. Altra occasione per il Brescia al 15′ con un gran tiro di Bouy dal limite, ma Fiorillo riesce a fermare la palla. Stessa quena qualche minuto più tardi con un’altra grande parata di Fiorillo su Rossi. Il pallone sembra proprio non voler entrare. Al 22′ punizione del Brescia, ma il sinistro di Budel prende la traversa. Ultima occasione clamorosamente sprecata dal Brescia al 40′ del primo tempo: Lasik ruba palla e serve Caracciolo che solo davanti al portiere calcia alto in corsa. Squadra al riposo sullo 0-0-

SECONDO TEMPO – Nessun cambio all’inizio della ripresa, ne per le rondinelle ne per i toscani. Al 5′ il capitano Zambelli esce dal campo dopo un infortunio, al suo posto entra Antonio Caracciolo. In questo secondo tempo però è il Brescia che sembra soffrire maggiormente le incursioni del Livorno. Prima al 10′ con un rasoterra ben tirato da Pahulino, po al 14′ quando l’arbitro fischia un rigore a favore dei toscani. Sul dischetto va Dionisi, ma Arcari prima respinge e poi torna a bloccare il pallone per la seconda volta. Altro cambio al 22′ nelle fila del brescia. Esce Rossi, entra Scaglia. Due grandi parate al 24′ e al 31′ da parte del portiere del Brescia che prima interviene e manda in angolo una punizione di Belingheri poi ferma una stilettata di Siligardi calciata dalla distanza.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. ..c’è una sorta di servilismo da parte dei giornalisti verso questo mezzo giocatore che è disarmante .
    non so che partite abbiano visto mai, ma caracciolo è sempre lo stesso inguardabile paracarro messo lì .
    tanto è vero che sia corioni che il suo staff hanno fatto di tutto per cederlo, già a gennaio dell’anno del centenario in serie a, nessuno lo ha voluto nemmeno gratis e chi ha avuto la malasorte di averlo in squadra, vedasi per ultimo il novara, ha capito benissimo che razza di bidone aveva in squadra .
    osanniamolo sempre, perdoniamolo sempre, ma ricordiamoci bene che nel suo curriculum sono più le prestazioni da bella statuina che il resto…. i gol fatti ? si, più della metà quando non servivano perchè si vinceva ugualmente……e intanto corioni paga gli 800 mila euro a questo debito perenne .
    soltanto a brescia poteva svernare, da paparino corioni suo malgrado !

RISPONDI