PM10 alle stelle da 5 giorni consecutivi, in arrivo le domeniche ecologiche (da fine gennaio)

0

(a.c.) E’ andata un po’ meglio ieri, ma nei giorni dal 22 dicembre a Santo Stefano le centraline di rilevamento della qualità dell’aria hanno fatto registrare dati purtroppo preoccupanti, che portano il mese di dicembre ad avere (fino ad ora) in città ben 12 superamenti dei dati di soglia consentiti.

I 35 giorni di sforamento "accettato" dall’Unione Europea sono superati da tempo: siamo a quota 94 per la centraline del Broletto e 100 per quella del Villaggio Sereno, leggermente meglio rispetto al 2011 ma comunque ben al di là della soglia di attenzione. E’ per questo motivo che la Loggia ha deciso di intervenire, seppur consapevole di non poter risolvere il problema. Niente targhe alterne come lo scorso anno, bensì domeniche ecologiche con la circolazione in città preclusa del tutto. Si partirà solo a fine gennaio però: l’assessore Paola Vilardi avrebbe già comunicato ai comuni dell’area critica (compresi quelli storicamente poco inclini ad istituire le domeniche senza auto) l’intenzione di bloccare la circolazione per alcune domeniche da fine gennaio a marzo. Anche questo, al pari delle targhe alterne, è un provvedimento più che altro simbolico. Durante le domeniche ecologiche l’intenzione della Giunta cittadina è quella di organizzare eventi collaterali di sensibilizzazione sui temi ambientali.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Ribadisco, ben vengano le domeniche ecologiche, ma se il comune si prende la briga di fare il blocco auto, dovrebbe pure prendersi la briga di rimborsare i giorni non usufruiti di assicurazione, regolarmente pagata dagli automobilisti.. Sennò le assicurazioni si fregano le mani..

  2. Come sempre siamo presi in giro. Invece di bloccare le auto, si blocchi per una settimana l’inceneritore o, quanto meno, si riducano da 800.000 a 200.000 le tonnellate di rifiuti bruciati. Lo spirito ecologico l’abbiano i governanti della città: i cittadini non sono dei gonzi da raggirare.

LEAVE A REPLY