Tennis Forza e Costanza: due maestri nazionali e sei istruttori col nuovo staff, ai piedi del podio in regione

0

Dopo la presentazione del nuovo presidente (Anna Capuzzi Beltrami), la presentazione dello staff. Il Tennis Forza e Costanza comincia il 2013 mettendo in vetrina coloro che lo animeranno durante la stagione, quelle che nei prossimi dodici mesi saranno delle vere e proprie guide per i circa 200 ragazzi della scuola Sat. Oltre ad Alberto Paris, direttore tecnico ed ex professionista, ci sarà anche la maestra nazionale Elisa Belleri, allieva di Paris e capace in passato di approdare nel ranking Wta, raggiungendo inoltre una classifica massima italiana di 2.3. Saranno tre gli istruttori di secondo livello: Alessandro Lifonti (pure lui ex allievo di Paris), Matteo Zanetti ed Enrico Cingia. Altri tre quelli di primo livello: Alberto Ceruti (campione italiano Over 45 a squadre), Emanuele Bezzi e Priscilla Parmigiani. Tutti, maestri e istruttori, rigorosamente targati Fit, per una scuola che si presenta al massimo livello in provincia di Brescia e tra le migliori in regione. A certificarlo è proprio la Federazione Italiana Tennis, che ha assegnato al Forza e Costanza lo status di ‘Standard school’: significa che soltanto tre realtà in Lombardia (sulle 490 presenti) possono contare su qualcosa in più del circolo bresciano sotto il profilo tecnico. Una posizione ai piedi del podio che è da una parte un bel riconoscimento per il lavoro svolto, dall’altra uno stimolo a dare ancora qualcosa in più per arrivare a raggiungere le prime tre posizioni della regione.

 

Al Forza e Costanza, che vanta numeri da record nel Bresciano per soci e allievi, i ragazzi saranno seguiti in ogni aspetto della loro crescita. Dunque non verrà trascurata la parte atletica (con i preparatori Diego Costantini e Matteo Zanetti) e nemmeno quella mentale. “Da poco – spiega Alberto Paris – abbiamo avviato un progetto che prevede l’affiancamento di uno psicologo specializzato nello sport, che possa seguire sia lo sviluppo dei giovani atleti, sia l’approccio all’agonismo da parte dei genitori. C’è molto entusiasmo attorno a questa novità, e crediamo che a breve possa dare i primi risultati concreti”. Nel frattempo i risultati già sono arrivati, per i più piccoli, perché le classifiche federali stilate a fine 2012 hanno visto numerose promozioni nella fascia d’età che va dagli 11 ai 13 anni, con tanti ragazzi in grado di acquisire lo status di quarta categoria. Un primo gradino nella loro crescita, che però a quell’età rappresenta un traguardo di una certa importanza. Il migliore dei tesserati nel circolo del Castello è invece Leonardo Bezzi, classe 1993 e arrivato al gradino di 2.7. Molta attenzione verrà riservata, come al solito, anche al progetto dei ragazzi diversamente abili (in collaborazione con Active Sport e con il gruppo Camozzi), grazie in particolare al lavoro di Elisa Belleri ed Enrico Cingia.

Comments

comments

LEAVE A REPLY