Pd, decise le posizioni in lista: ecco chi spera nell’elezione

0

Potrebbe essere particolarmente nutrita la pattuglia dei bresciani in Parlamento. Oggi, infatti, sono state ufficializzate le posizioni dei candidati della Leonessa nelle liste. Al Senato il capolista sarà il vicedirettore ad personam del Corriere Massimo Mucchetti (il padre militò a lungo nel Pci). Mentre l’ex sindaco di Brescia Paolo Corsini è in posizione numero 5, che quasi certamente verrà eletto. Fuori dai papabili, invece, ci sono Giovanna Benini e il sindaco di Saviore Alberto Tosa, che – in virtù del risultato ottenuto alle primarie – sono stati inseriti soltanto al 20esimo e 25esimo posto. Per la Camera, invece, elezione certa per la vincitrice delle primarie bresciane, la 31enne Miriam Cominelli, (seconda in lista) e per Alfredo Bazoli (ottavo posto). Ma in caso di vittoria potrebbero entrare anche Marina Berlinghieri (14esimo posto) e, in caso di ripescaggio, il senatore uscente Guido Galperti (20esimo).

Comments

comments

1 COMMENT

  1. sicuramente questi risultati danno la felicita’ alla redazione di bsnews.it ma un saggio consiglio e’ quello di aspettare l’oste prima di fare i conti.

  2. Francamente, sapere chi è già a Roma e può ordinare per fine febbraio l’abbaccchio a scottadito o i bucatini all’amatriciana magari al mitico ristorante "I due ladroni", è quanto di più desolante si possa concepire in una democrazia evoluta e soprattutto in tempi di crisi. Non a caso il grande Totò disse in un’intervista: "Scusate, a proposito di politica, cosa si mangia oggi ?"…

  3. Francamente, sappiamo anche che un bresciano con il cappellino andrà sicuramente a Roma nelle liste dei pentastellati. Quello non è desolante? Votato nelle parlamentarie non certo aperte a tutti gli elettori come quelle dei cattivi piddini, ma aperte solo agli iscritti al meetup anteriormente ad una certa data. Democrazia evoluta, quella? Dai, per piacere…

  4. Francamente non tutti sanno che il PD, che nel comitato dei garanti annovera la Sig.ra Caterina Romeo, manderà in Parlamento (li ha già candidati) i seguenti signori dei quali pregasi assumere informazioni penali: Vladimiro Crisfulli, Antonio Papanìa, Giovani Lolli, Nicodemo Oliverio, Francantonio Genovese. Le parlamentarie dei pentastellati li avrebbero lasciati a casa: qualche distinguo va fatto, eccome…

  5. Come sempre quando non si sà cosa rispondere si mischiano le carte. Pare che di abbacchi Beppe Grillo ne abbia mangiati parecchi con i MILIARDI di compensi R.A.I. Quì si parla dei candidati PD di Brescia.

  6. Ho letto un intervista a questa ragazza 31enne che nel PD ha fatto strage di voto alle parlamentarie : la solita minestra …. dice che lei si batterà in tutti i modi perchè quelli come lei vengano assunti e trovino POSTI DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO !!! Allora io dico : cara sig.ina COMINELLI perchè non incomincia lei ad aprire una minima azienda ed assumere lei personale a tempo indeterminato ??? Perchè altrimenti siamo alle SOLITE CHIACCHERE e alle solite PROMESSE BERLUSCONIANE !!! Provi lei a creare posti di lavoro a tempo indeterminato o lei pensa di assumere tutti a tempo indeterminato nella pubblica amministrazione così che pagheremo tutti noi ??? Dia l’ esempio prima di tutto … altrimenti siamo alle solite CHIACCHERE !!!

  7. Le parlamentarie dei pentastellati lasciano a casa anche chi ha la condanna di aver già svolto attività politica. O meglio, non a casa: nelle retrovie, a lavorare nell’ombra senza farsi vedere perchè impresentabili nel quadro demagogico costruito dal capo-comico proprietario del marchio. Pregasi verificare nel blog dei grillini.

LEAVE A REPLY