Quattro arresti per spaccio di droga dall’inizio dell’anno. In manette un senegalese e tre tunisini

0

La Polizia Locale di Brescia, durante specifiche attività antidroga effettuate nei primi giorni dell’anno, ha arrestato quattro stranieri per spaccio ai fini di detenzione di droga.

A finire in manette un clandestino senegalese di 42 anni residente in via Del Carso, ma con passaporto scaduto. Gli agenti lo hanno bloccato venerdì 4 gennaio in via Cremona dopo aver seguito alcuni spostamenti sospetti che faceva a bordo di una Opel Astra guidata da un suo connazionale. Alla richiesta di fornire i documenti il senegalese ha subito palesato chiari atteggiamenti di nervosismo negando di avere dimora a Brescia. Gli inquirenti, durante la perquisizione, hanno però trovato un mazzo di chiavi e si sono quindi portati nel suo appartamento. Una volta entrati nel trilocale, hanno svolto una perquisizione che ha portato al ritrovamento di due rotoli di cellophane nascosti nell’armadio della sala contenenti 50,5 grammi di cocaina e una bilancina di precisione. Su ammissione dello stesso spacciatore, gli agenti hanno trovato in una tasca interna del giubbino 58 buste contenenti cocaina (22,6 grammi complessivi) e altre 25 “palline” sempre di cocaina (peso 14,2 grammi). In casa del senegalese sono stati trovati e sequestrati, oltre alla droga, ai materiali per il confezionamento e a circa 700 grammi di sostanza da taglio, 5.150 euro.

Altri 3 arresti sono stati effettuati dagli uomini della locale durante controlli specifici del centro storico nell’area di corso Garibaldi/Pallata. In manette sono finiti 3 tunisini, due irregolari e uno residente a Lograto, per detenzione e spaccio di piccole quantità di hashish.

“La presenza degli agenti e l’attività antispaccio nella zona della Pallata sono costanti e hanno portato negli ultimi anni a risultati concreti e importanti. – ha dichiarato il vicesindaco e assessore alla Sicurezza del Comune di Brescia Fabio Rolfi – Questa azione testimonia come le attività di contrasto all’illegalità e di presidio del territorio siano proseguite anche in questo periodo, per garantire ai cittadini maggiore sicurezza, sia reale che percepita, in tutta la zona del centro storico”.

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY