Telecamere anche su tutti i convogli? Costerebbero altri 2,8 milioni

0

(a.c.) Le telecamere sorveglieranno giorno e notte tutti gli angoli delle 17 stazioni della metropolitana leggera di Brescia. Un investimento in sicurezza importante, che potrebbe addirittura essere incrementato: è allo studio infatti la possibilità di estendere la videosorveglianza anche a bordo dei 18 convogli che percorreranno il tragitto da Sant’Eufemia al Prealpino.

Un anteprima di quello che potrebbe essre realizzato è stato mostrato ieri ai consiglieri comunali della Loggia che fanno parte della Commissione Metrobus. Due dei 18 convogli infatti sono già provvisti delle telecamere, che monitorano e trasmettono alla centrale di Sant’Eufemia le immagini di ciò che avviene sui treni. Un surplus di sicurezza in più, che però non sarebbe certamente superfluo nell’ottica di garantire la sorvegliaza anche nei tratti da una stazione all’altra. Gli operatori nella centrale video tramite le telecamere potrebbero vedere in tempo reale se si verificano episodi di violenza, rapine o quant’altro. Senza contare il grande effetto deterrente che rappresenterebbe un impianto del genere. 

Se non si discute sull’utilità c’è però da considerare il costo di questo "optional": tra i 2,75 e i 2,8 milioni di euro. Il progetto c’è già, se ci sarà il via libera dalla Loggia si partirà con i lavori di installazione.  

Comments

comments

LEAVE A REPLY