Ripescato uomo in mare, ma è quello di un operaio venezuelano

0

(a.c.) La notizia, pubblicata dai siti di informazione venezuelani tra cui quello del quotidiano El Universal, è apparsa nel tardo pomeriggio (in Italia) di ieri. In pochi attimi ha attraversato l’oceano per giungere alle famiglie dei coniugi scomparsi, i Missoni e i Foresti di Pralboino: nelle acque caraibiche, 500 metri al largo del Puerto de La Guaira a Los Roques, è stato ripescato il cadavere di un uomo.

La paura per qualche ora ha invaso i tanti familiari e amici degli scomparsi, in attesa di sapere il destino dei loro cari. Poco dopo però è arrivata un’altra notizia (clicca qui per leggerla) che ha rivelato che il cadavere ripescato è quello di un operaio venezuelano. Ancora da chiarire se il cadavere ripescato sia stato in avanzato stato di decomposizione o meno. 

A Pralboino è tornata la speranza, anche se a distanza di ormai una settimana dalla scomparsa del veivolo si fa sempre più debole. 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome