Giuseppe Ungari (Pd): “La candidatura di Sberna alle politiche mi infonde speranza di cambiamento”

7

Giuseppe Ungari, consigliere comunale del Pd, plaude alla candidatura alle politiche di Mario Sberna, Presidente dell’Associazione Famiglie Numerose, con la lista civica di Monti. Ma nel farlo muove una critica al suo Pd, accusandolo di scarso cambiamento.

"La sorpresa della notizia della candidatura di Mario Sberna alle prossime elezioni politiche si è istantaneamente trasformata in entusiasmo nel conoscere la posizione nell’elenco dei designati al Parlamento e, quindi, della sua certa elezione alla Camera dei Deputati. Stando così le cose, l’iniezione di ottimismo ha facilmente compensato la perplessità emersa nel conoscere da un lato la lista che porterà il Presidente dell’Associazione Famiglie Numerose alla Camera (Scelta civica con Monti per l’Italia) e dall’altro i nomi di alcuni suoi compagni co-candidati ai quali difficilmente avrei dato o darei volentieri il mio voto.

A prescindere però dalla strada e dal mezzo di trasporto con il quale Sberna viaggerà verso il Parlamento, vincendo l’irritazione per l’opportunismo con cui potrebbe essere utilizzato il suo nome e la sua storia personale, l’idea della sua presenza alla Camera mi infonde una vivace speranza nel desiderio sempre presente di cambiamento della classe dirigente italiana e bresciana ed una rinnovata fiducia nel sapere che, proprio da Brescia, potrà proseguire anche con il lavoro di Mario un impegno per una politica più attenta, più disinteressata, più credibile. Resta solo il rincrescimento e l’amarezza nel constatare, ancora una volta, quanto il Partito Democratico paghi la mancanza di coraggio e di generosità nei percorsi di individuazione delle candidature e quanto fatichi ad aprirsi a mondi, realtà e persone che, se coinvolte, potrebbero arricchirne storia e prospettive".

Comments

comments

7 COMMENTS

  1. Tu che nel cor m’infondi….Mi torna in mente "Pio bove". Ma, redazione, francamente, chi se ne importa del parere del signore qui ritratto. Ahhh! Forse serve allo stesso per apparire. Spazio alle piccole ambizioni?

  2. Io apprezzo invece chi ha la libertà di dire quel che pensa. E perché mai chi esprime un parere dovrebbe necessariamente cercare visibilità? (e a qual fine poi?!). Piuttosto mi pare un’iniziativa per dare maggior visibilità ad un nome che passa quasi sotto silenzio …visto che la stampa ha preferito dar più risonanza ad altri candidati…

  3. Ditemi pure quelo che volete, insulti compresi, ma è evidente che molte candidature nella Lista montiana siano deliberatamente individuate per sottrarre voti al PD. Pensiamo a Gitti e a Sberna, qui a Brescia, dove si parla di coraggio e generosità dei "montiani" (scelta civica o cinica ?) mentre si dovrebbe più realisticamente dichiarare che l’opportunismo politico italiota non ha nè limiti nè dignità nè rispetto del diritto di elettorato attivo e passivo.

LEAVE A REPLY