Sgombero hotel Sirio, Fenaroli: “La Regione adotti misure di emergenza per rispondere agli sfratti incolpevoli”

0

Con un comunicato il candidato sindaco alla Loggia 2013 Marco Fenaroli ha commentato lo sgombero dell’Hotel Sirio, divenuto in questi ultimi mesi un centro di accoglienza per persone in emergenza abitativa.

DI SEGUITO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO:

Da molti mesi gli sfratti per morosità involontaria si fanno sempre più numerosi e le soluzioni diventano sempre più difficili. La moratoria degli sfratti non arriva, anche se più volte richiesta da più associazioni, mentre un intervento della Regione Lombardia, che si vanta di tante eccellenze, dovrebbe offrire tutele alle famiglie sfrattate ed ai piccoli proprietari danneggiati dalla morosità. La questione si sta volgendo in problema di ordine pubblico: un classico con la destra al governo, che andrebbe smentito per evitare strappi ed umiliazioni a molte famiglie. Se si pensa che l’assessore regionale alla casa era tale Zambetti. La gravità della situazione richiede che la Regione Lombardia, che ha potere normativo in materia, in attesa delle elezioni di fine febbraio, adotti misure di emergenza: l’istituzione di un fondo di garanzia al quale possano attingere i sindaci per nuovi contratti di affitto utili a risolvere le situazioni senza sbocco, l’utilizzo di strutture pubbliche e private per i senza tetto, l’acquisto dell’invenduto, il sostegno al risanamento di appartamenti degradati. Penso che il Consiglio Comunale debba con urgenza affrontare il problema ed indicare alla Giunta le linee operative per uscire dall’attuale non giustificabile inerzia. Qualche mese fa si parlò di uno studio del Ministero degli Interni che dimostrava il rischio di forti tensioni sociali a Brescia: un allarme che non è stato ascoltato. Si tratta di riparare a questo errore politico e di dare risposta ad una sofferenza tra le più gravi: carenza in una situazione di spreco fatto di edifici e di appartamenti vuoti. Non si può voltare la testa: chi ha chiesto e chiede il mandato elettorale lo può fare soltanto per affrontare e risolvere i problemi, a cominciare da quelli di chi è diventato povero.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Eccolo pronto il paladino della CGIL che và in difesa dell’ associazione DIRITTI PER TUTTI e di MAGAZZINO 47 e non di quei poveri diavoli che questi figli di papà hanno portato lì al Sirio solo per fare un pò di LOTTA DI CLASSE come proclamano loro !! Ecco chi difende questi signori e si appresta a diventare sindaco e poi coccoloarseli !!!

  2. concordo con Fenaroli su questo argomento, che mi pare tratto con serieta’ e senza demagogia. Non ci vedo la speculazione politica tipica dei "proletari figli di papà" , ma una ponderata, condivisibile, riflessione.

  3. e allora perchè non ospita qualcuno di queste persone nella sede del suo bel comitato in corso mameli a due passi di piazza loggia ? così bello e così caldo !!!

  4. La casa è un diritto, non una occupazione abusiva per morosità incolpevole. Ma perchè poi non la chiamate come avete sempre fatto? Cioè "OCCUPAZIONE PROLETARIA"? Ma non dovete aver paura di dimostrare quello che siete…non siete morti. In voi resterà per sempre il vostro ideale di parassitario statalismo e assistenzialismo. E’ nel vostro DNA. Mostratelo con il suo vero volto. Che sia il cittadino a giudicarvi per quello che siete e per come lo fate ma sopratutto per "cosa" lo fate davvero. Altro che senza demagogia o speculazione politica. Non mi infinocchiate più! Lo avete fatto per troppi anni.

  5. Molto confuso. Qual e’ il concetto che vul esprimere? Io non sono statalista: al contrario. A quindici anni lavoravo in fabbrica e a venti facevo il manovale edile i Francia. Lei che fa?

  6. "mentre un intervento della Regione Lombardia, che si vanta di tante eccellenze, dovrebbe offrire tutele alle famiglie sfrattate ed ai piccoli proprietari danneggiati dalla morosità."…macche’ dici Quaqua…se non e’ demagogia questa che cos’e’ ?

  7. Non è un concetto quello che sto espimendo ma la mia opinione rispetto a queste prese di posizione tutt’altro che poco demagogiche ma molto ben camuffate da atti di solidarietà. Le è chiaro adesso?

  8. Sa cogliere la differenza tra "si vanta di tante eccellenze" e "vanta tante eccellenze"? Per il secondo:
    che tace? Non ha risposto. Lei cosa fa?

LEAVE A REPLY