Ex Magazzini generali, il Pd attacca la decisone della Loggia di modificare la convenzione con una delibera di giunta

0

Con un comunicato il Pd e i gruppi di opposizione annunciano la decisione della Loggia di modificare la convenzione sugli ex magazzini Generali, dove dovrebbe sorgere la nuova sede del Comune di Brescia, attraverso una delibera di Giunta. Decisione che, invece, spetterebbe a tutto il Consiglio Comunale.

DI SEGUITO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO:

E’ emerso in questi giorni che l’Amministrazione comunale intende procedere alla modifica della convenzione, stipulata in data 10/12/2010, semplicemente con una delibera di Giunta, escludendo dalla decisione il Consiglio Comunale. La nuova convenzione che l’AC intende adottare comporterebbe un significativo peggioramento delle condizioni tutte a sfavore dell’AC:

  • riduzione di n. 105 posti auto interrati della nuova sede;

  • allungamento di ulteriori tre anni per la consegna della nuova sede, che doveva essere ultimata entro il 2013, con conseguente annullamento delle penali sin qui accumulate ammontanti a 1.500 € per ogni giorno di ritardo;

  • stravolgimento delle priorità che prevedevano come primo obiettivo la realizzazione della sede, adesso si mette al primo posto il Centro commerciale;

  • aumento della S.l.p.

Considerato che le modifiche che si vorrebbero apportare sono difformi da quanto previsto dal PGT (Scheda L4 del Documento di Piano) e ritenendo politicamente inaccettabile che una modifica così radicale della convenzione, e tutta a danno del Comune venga sottratta alla competenza del Consiglio Comunale utilizzando una procedura illegittima, il PD, assieme agli altri gruppi dell’opposizione, Castelletti, Albini e Cosentini ha presentato stamattina, all’Avvocatura Civica il quesito volto a dimostrare che la competenza è del CC.

Comments

comments

LEAVE A REPLY