Rissa al Dietro le Quinte, due mamme alla guida della spedizione. Dodici indagati

9

La mela si sa, non cade mai lontano dall’albero. Sarebbero state due mamme infatti, amiche fra loro, ad aver guidato la missione punitiva, formata da una trentina di persone, che un paio di settimane ha messo a soqquadro il locale notturno Dietro le Quinte dopo che i buttafuori della discoteca avevano “osato” buttare fuori i loro figli di 21 e 17 anni, rei di aver dato fastidio all’interno del locale. Le due donne sono state denunciate, così come altre dieci persone (minorenne compreso) che a vario titolo si sono rese responsabili di lesioni aggravate, danneggiamento, minaccia, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Dodici le persone indagate quindi, tre denunciate sul posto (le due mamme e il 17enne) e altre nove raggiunte in seguito alle indagini della Digos della questura di Brescia. Quattro le perquisizioni domiciliari eseguite dagli agenti di polizia. Secondo quanto dichiarato dal questore Lucio Carluccio si tratterebbe di persone “vicine agli ultras Curva Nord Brescia”. Da qui la riflessione: “E’ un problema di polizia o piuttosto sociale, educativo, pedagogico?”.

Comments

comments

9 COMMENTS

  1. Non sono terroristi , sono una massa di microcefali che hanno,pensato di farsi giustizia ragionando da ultras …. Sono solo dei falliti visto che non sono più dei ragazzini che vanno a fare casino allo stadio ma degli adulti che hanno famiglia

  2. due mamme guidano la missione punitiva per "vendicare" i figli di 17 e 21 anni … a zappare i campi per 90 giorni mamme e figli … che tristezza nel pensare a tante donne che onorano ogni giorno la parola mamma …

  3. ..queste sono le mamme che prendono a sberle i professori perchè magari hanno osato dire che i loro figlioletti non sono ..particolarmente predisposti allo studio per mancanza di materia grigia a sufficienza….le mamme invece è assodato che non ne hanno per niente !!!
    balordoni

LEAVE A REPLY