La Repubblica dei Bambini invade il Grande

0

Sono circa 700 i bambini delle scuole primarie di Brescia e Provincia che hanno aderito (tramite prenotazione obbligatoria) alla prima proposta del 2013 che la Fondazione del Teatro Grande ha in programma per il pubblico delle scuole.

Nei giorni 29 e 30 gennaio alle ore 10.00 il Teatro Grande ospiterà la compagnia Teatro delle Briciole / Teatro Sotterraneo con La Repubblica dei Bambini, lo spettacolo che si è aggiudicato nel 2012 il celebre premio Eolo Award per la migliore novità: come cita la menzione del premio, “lo spettacolo, attraverso un gioco leggero e coinvolgente pur nella sua leggibile profondità, induce i bambini, attraverso stimoli diversi e continue sollecitazioni, a confrontarsi con le scelte importanti della politica, facendoli riflettere sul fatto che la democrazia, almeno quella che conosciamo, è imperfetta ma che dobbiamo metterci di impegno a sperimentare nuove occasioni di condivisione per vivere più serenamente nella la comunità in cui viviamo”.

Nel 2010 il Teatro delle Briciole ha inaugurato un “cantiere produttivo”dal titolo Nuovi sguardi per un pubblico giovane. Convinto dell’importanza di confronto con esperienze teatrali differenti rispetto all’universo tradizionalmente definito come teatro-ragazzi, il Teatro delle Briciole si propone con questo cantiere di affidare a giovani gruppi della ricerca italiana il compito di creare uno spettacolo per bambini. Il secondo spettacolo di questo progetto è, appunto, La Repubblica dei bambini ed è stato affidato a Teatro Sotterraneo, un collettivo di ricerca teatrale formatosi a Firenze nel 2004 e che ha già ricevuto numerosi premi (nel 2009 riceve il Premio Lo Straniero e il Premio Ubu Speciale, nel 2010 il premio Hystrio-Castel dei Mondi, nel 2011 il Silver Laurel Wreath Award al Mess Festival di Sarajevo, nel 2012, oltre all’Eolo Award, l’ACT Festival Prize e il BE FESTIVAL 1st Prize al Be Festival di Birmingham).

Lo spettacolo si inserisce nel progetto per l’infanzia che la Fondazione del Teatro Grande sta in questi anni promuovendo con l’obiettivo di educare nuove fasce di pubblico al teatro e all’opera e far conoscere ai giovani un prestigioso spazio cittadino che, oltre ad essere un luogo di spettacolo, è
monumento nazionale, patrimonio di straordinaria bellezza di ciascuno di noi. Educare al teatro il pubblico del futuro è un obiettivo fondamentale sia per il settore dello spettacolo, sia per la formazione delle persone: la cultura come strumento di crescita civica.

Comments

comments

LEAVE A REPLY