Ghanese rilasciato dopo la rapina di un’anziana al bancomat di Gavardo, ma solo per lavorare

0

(a.c.) Il fatto risale al 27 dicembre. Erano le 21, in piazza a Gavardo un’anziana signora si reca allo sportello bancomat della Banca Valsabbina ed è avvicinata da un uomo col volto coperto da un passamontagana, e in mano una pistola (una Beretta 98, finta). L’uomo dice alla donna di prelevare la massima cifra possibile, 250 euro, e dopo esserseli fatti consegnare se ne va. Grazie alle telecamere di videosorveglianza della banca i fotogrammi dell’episodio vengono diramati alle forze dell’ordine, e già la sera successiva, domenica 28 dicembre, l’uomo viene fermato nella stessa piazza di Gavardo, riconosciuto dal giubbotto con i catarifrangenti che indossa.

Portato in caserma, Rockfor Moore, ghanese di 39 anni, viene accusato di rapina. Finisce in carcere? No, perché si trattava del primo arresto e perché di lì a poco avrebbe iniziato a lavorare presso un’officina meccanica, un impiego che gli avrebbe consentito di poter vivere onestamente. La notizia è riportata stamane sulle colonne di Bresciaoggi. L’uomo lavora di giorno e non può uscire di casa la sera, dalle 22 alle 6 di mattina. In attesa del processo.

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY