La ricetta di Rolfi (Lega) per combattere la mafia al Nord: commissione speciale in Regione e Dia a Brescia

3

Presentate nel corso della conferenza stampa di oggi, tenutasi davanti al Palagiustizia di Brescia, le prime proposte di Fabio Rolfi, capolista della Lega Nord in Regione Lombardia, in tema di antimafia.

“Considerati gli eventi che han portato la Lega Nord a staccare la spina all’ultima Legislatura regionale – spiega Fabio Rolfi – e tenuto conto dell’allarme sulle mafie lanciato dalla magistratura di Brescia nel corso dell’inaugurazione dell’anno giudiziario, ritengo sia opportuno porre in essere nuove misure di contrasto. E’ per questa ragione che, se verrò eletto in Regione, intendo sottoporre immediatamente all’attenzione del Consiglio, due proposte su questo tema. La prima concerne l’istituzione di una Commissione Antimafia permanente, con compiti di monitoraggio del fenomeno e la possibilità di proporre misure adatte a fronteggiare la malavita organizzata. Lo scopo principale di questa commissione dovrà essere quello di mettere in campo iniziative di prevenzione e contrasto alle infiltrazioni mafiose nelle Istituzioni lombarde, nell’ambito degli appalti pubblici con particolare attenzione ad Expo 2015 e più in generale in merito a tutti gli ambiti concernenti il territorio della Lombardia. La seconda proposta – prosegue l’esponente della Lega – invece riguarda la creazione di una sede bresciana della Dia e, a questo riguardo, è bene evidenziare che il Comune di Brescia ha già individuato locali per metterli a disposizione di un’eventuale nuovo distaccamento. Per questa ragione uno dei miei primi impegni in Regione Lombardia sarà quello di portare avanti questa proposta in tutte le sedi istituzionali competenti, al fine di avere un maggiore presidio dell’area bresciana e di rafforzare l’azione di intelligence contro le infiltrazioni mafiose. Roberto Maroni è stato il ministro dell’Interno che ha ottenuto i risultati più eclatanti nella storia della lotta alla mafia e la Lega Nord è stata la forza politica che, appena ha sentito odore di ‘ndrangheta, ha staccato immediatamente la spina al Governo Formigoni. Ritengo quindi – conclude Fabio Rolfi – che, se il contrasto della criminalità organizzata è una priorità, allora non ci sia soluzione migliore di Maroni come Governatore della Lombardia”.

Comments

comments

3 COMMENTS

  1. quando lo diceva saviano non ci credavate, facevate gli offesi "noi controlliamo il territorio !" poi vi siete accorti di aver governato con l’ndrangheta in giunta regionale….

  2. Rolfino vuole proporre la Commissione Antimafia in Regione ? L’ha già fatto il 22 ottobre 2012 il Presidente del Consiglio Regionale Lombardo Fabrizio Cecchetti, leghista come Rolfi e ex-sindaco di Rho. Se poi Rolfi vuole informazioni sul funzionamento di una siffata commissione, telefoni a Pisapìa che a Milano ha già insediato una Commissione Antimafia Permanente presieduta dal piddino David Gentili.

LEAVE A REPLY