Contratto poligrafici, se ne parla nel convegno bresciano della Cisl

0

Sarà la Fistel – federazione che associa i lavoratori dell’informazione (carta, stampa, editoria, televisione) dello spettacolo (cinema, audiovisivo, musica, teatro) e delle telecomunicazioni – ad aprire il 6 febbraio la stagione congressuale della Cisl bresciana. La Fistel riunirà i delegati eletti nelle assemblee precongressuali, in rappresentanza dei 787 iscritti della categoria nel 2012 (+6,4% rispetto al 2011), nella Sala convegni dell’Hotel La Vela, in via Orzinuovi a Brescia. Ad aprire i lavori sarà Marina Bordonali, Segretario generale della Fistel bresciana. “Il settore ha diversi problemi aperti – spiega la sindacalista presentando l’appuntamento congressuale – il più complesso dei quali è il mancato rinnovo del contratto dei poligrafici, scaduto a maggio 2010 per la parte economica e a dicembre 2011, bloccato dalle mancate modifiche alla Legge che disciplina le imprese editrici e le provvidenze all’editoria. Siamo invece venuti a capo del contratto per i lavoratori delle telecomunicazioni, rinnovato unitariamente la scorsa settimana. Grave è la situazione del settore grafico, con tantissime aziende fallite e molte altre in seria difficoltà. Avremo modo nel confronto congressuale di tornare anche sulla vicenda della Cartiera di Toscolano dove siamo riusciti attraverso i contratti di solidarietà a mantenere al lavoro l’intero organico aziendale”. Quello di mercoledì sarà il quinto Congresso nella storia della Fistel bresciana, ma anche il primo per la nuova realtà categoriale che andrà definendosi con l’unione sindacale della Federazione di Brescia con quella della Valle Camonica-Sebino.

Comments

comments

LEAVE A REPLY