Eccellenza nella differenziata: Cogeme premia i comuni virtuosi

0

La recente pubblicazione del Quaderno 2012 dell’Osservatorio Provinciale Rifiuti ha confermato ancora una volta come il sistema di raccolta porta a porta adottato in diversi Comuni della Franciacorta e dell’Ovest bresciano (la “RD globale”) si collochi oramai costantemente a livelli di assoluta eccellenza in termini di percentuali di raccolta differenziata. Basti pensare che il 1° Comune in provincia di Brescia in termini di percentuale di raccolta differenziata è Cazzago San Martino, con il 78,76%. Per queste ragioni, Cogeme Gestioni ha voluto sottolineare il costante impegno a favore dell’ambiente con un piccolo ma significativo gesto: la consegna di un Attestato a quei Comuni serviti da Cogeme Gestioni collocatisi nei primi dieci posti della classifica della Provincia di Brescia. L’evento, tenutosi presso la sede di Cogeme in via XXV aprile a Rovato, ha visto la presenza dei sindaci dei Comuni serviti da Cogeme Gestioni che si sono collocati nelle prime dieci posizioni della classifica stilata dall’Osservatorio provinciale Rifiuti. Questi i Comuni: Cazzago San Martino 1° (- 78,76%), Passirano 2° (- 78,51%), Paderno FC  (8° – 73,96%), Maclodio 9° (- 73,80%) e Castrezzato 10° (- 73,25%). Nel corso della presentazione dei dati, il Presidente di Cogeme Gestioni Gianluca Delbarba ha sottolineato come – dalla sua introduzione nel 2008, sino alle attuali ultime attivazioni (giugno 2012 Orzinuovi, ed il prossimo aprile Longhena) la RD globale “rappresenti un elemento di eccellenza a livello provinciale nel servizi di Igiene Urbana. I dati di questi ultimi anni confermano come sovente i comuni che più effettuano la RD siano serviti da Cogeme Gestioni. Il merito va anzitutto ai cittadini, che con il loro impegno effettuano quotidianamente un piccolo ma fondamentale gesto a favore dell’ ambiente.” È poi intervenuto l’Assessore all’Ambiente della Provincia di Brescia Stefano Dotti, che sottolineando i positivi risultati raggiunti dai Comuni premiati, ha voluto rimarcare la necessità anche per il resto del territorio bresciano di proseguire lungo un cammino di una sempre miglior efficienza della raccolta differenziata, andando oltre la media provinciale del 44,95%. È stata poi la volta dei Sindaci Antonio Mossini di Cazzago, Daniela Gerardini di Passirano, Antonio Vivenzi di Paderno FC, Marcello Orizio di Maclodio e Gabriella Lupatini di Castrezzato che – ricevendo l’attestato – hanno voluto ringraziare i loro concittadini, per l’impegno quotidiano nella raccolta differenziata.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Brescia da capitale della sostenibilità a pitale dell’inquinamento. A2A non è più ASM: è ora in mano alla finanza che se ne frega dall’ambiente bresciano…bravo Corsini e compagnia bella (?) !!!

  2. son passati 5 anni. Non è che quando governa il centrosinistra è sempre colpa di chi governa, e quando governa il centrodestra è sempre colpa…di chi governava prima! se si voleva fare la raccolta differenziata porta a porta in città, la si faceva. Punto. Anche a Milano, che non è proprio un paesello di campagna, l’hanno portata avanti..

  3. L’inceneritore è il motivo per cui non serve la raccolta differenziata! Che senso avrebbe farla,per poi buttare tutto in quella voragine? Certo se non ci fosse quell’inquinatore, tutto sarebbe cosa diversa, compresa la qualità dell’aria.

LEAVE A REPLY