Castegnato sotto assedio dei writers. Il sindaco Orizio:”Maleducazione conclamata”

0

Aumentano a Castegnato gli atti di vandalismo. Nel breve volgere di alcune settimane non pochi muri ed edifici pubblici sono stati utilizzati da “writers” che nottetempo si sono cimentati in una passione che non sempre lascia un segno gradevole e positivo. "E’ difficile dire bene di coloro che imbrattano i muri del nostro paese, imbruttendone vie ed edifici.  – commenta il sindaco Giuseppe Orizio – Non sono purtroppo sfoghi di artisti repressi, ma maleducazione conclamata: mi domando se dentro e fuori le loro abitazioni, fanno altrettanto. Come sempre a fare le spese di atti vandalici e deturpazione di ciò che è di tutti, è la collettività di Castegnato che subisce un degrado e deve stanziare denaro per ripristinare il decoro del paese. Hanno imbrattato la stazione ferroviaria, l’oratorio, la centrale del teleriscaldamento, la casetta degli alpini, i muri della biblioteca, di via Gatti, via san Martino… del Parco Pozzi. E poi ancora del sottopasso, della pista ciclopedonale da via Collegio a via Roma, di via Anna Frank….". La soluzione? "Certo non potremo lasciare tutto così come è, e dovremo provvedere in qualche modo. E’ però importante che i castegnatesi collaborino nel segnalare e nell’intervenire a dissuadere. Il nostro regolamento prevede multe e recupero delle spese di ripristino… ma vanno individuati i responsabili. Per i giovani che intendono cimentarsi correttamente nell’arte del graffitismo o dei murales, abbiamo già favorito una loro manifestazione in piazza Dante Alighieri e per i prossimi mesi l’Assessorato alla Cultura e Giovani con le Consulte, stanno programmando uno spazio specifico da utilizzare per i loro interventi pittorici."

Comments

comments

LEAVE A REPLY