Trasferta insidiosa in Campania per la Sanitars Mazzano

0

Una trasferta insidiosa quella in programma questo fine settimana per la Sanitars Metalleghe Mazzano, che domani alle 18 sarà di scena al PalaPozzillo per sfidare la Puntotel Sala Consilina, formazione campana che occupa l’ottava posizione in classifica. Nella quarta giornata di ritorno, le bresciane – attualmente seste con 23 punti in cassaforte, uno in più rispetto alle padrone di casa – cercheranno di “vendicare” la sconfitta al tie break dell’andata e rimanere nella griglia dei play off.

“Siamo determinate, e cercheremo di conquistare punti preziosi. In settimana ci siamo allenate bene, e siamo pronte ad affrontare Sala Consilina – ha dichiarato il capitano delle biancorosse, Natalia Serena -. Della gara d’andata, disputatasi ad ottobre, conservo un brutto ricordo: avanti 2-0, potevamo chiudere e invece abbiamo permesso alle salernitane di portarsi sul 2-2 e poi di vincere al tie break, lasciando loro due punti. È lo scontro che più mi ha lasciato l’amaro in bocca: dopo una bella partenza, infatti, siamo calate in battuta e di conseguenza abbiamo faticato a contrastare il gioco delle centrali. Un servizio incisivo, quindi, sarà la chiave per portare a casa la partita. Certo non sarà una passeggiata: il campo di Sala Consilina è tra i più difficili, dove le corazzate Novara, Casalmaggiore e Ornavasso hanno faticato ad imporsi. La palestra, poi, è piccola e bassa, e le atlete sono pericolosissime”.

Attenzione, quindi, ad un gruppo grintoso, in cui spiccano Marylin Strobbe, centrale con un passato in A1 con Vicenza e Imola, e Paola Colarusso, opposto alla sua seconda esperienza in serie A2 ma già tra le prime venti migliori realizzatrici della categoria. Da non dimenticare, poi, la centrale ceca Kristyna Pastulova e la schiacciatrice russa – con nazionalità sportiva bulgara – Nadezhda Shopova. Coach Draganov, inoltre, ha una mentalità vincente: nelle sue otto partite sulla panchina della Puntotel, ha conseguito ben sei vittorie: la Sanitars Metalleghe Mazzano dovrà quindi rimboccarsi le maniche e dare il meglio.

Comments

comments

LEAVE A REPLY