Speleologi scoprono l’ospedale-bunker delle SS a Gardone

0

(a.c.) Si è favoleggiato a lungo, per decenni, sulla presenza di un ospedale segreto per i tedeschi della Repubblica di Salò sul Garda. Ebbene, la favola diventa storia. Il merito va al gruppo storico-speleologico gardesano "XPlora", che ha prontamente pubblicato alcune delle prime fotografie scattate nel bunker.

Di cosa si tratta, nello specifico? Indagini specifiche saranno da approntare, ma i locali sotterranei individuati da "XPlora" hanno tutta l’aria di essere l’ospedale segreto dove venivano curati i militari graduati di stanza sul Garda durante la Repubblica Sociale, costruito dalla Organizzazione Todt nel 1944. I corridoi sarebbero lunghi addirittura un chilometro, costruiti in cemento armato, dotati di impianto di illuminazione elettrica e impianto di aerazione "a pedali", nel senso che per immettere l’aria c’era un soldato che pedalava per azionare le pale. In alcune stanze sono state trovate lattine vuote che un tempo contenevano razioni militari.  

Massimo riserbo sul luogo dove è stato individuato il bunker. 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Attendiamo con ansia nota di sdegno dell’ANPI per questa inutile ricerca, sicuramente fomentata da persone che intendono elogiare la repubblica sociale…

  2. Concordo con Diego, se non guardiamo o conserviamo le memorie del passato belle o brutte che siano restiamo piccoli e non potremmo mai migliorarci ian

LEAVE A REPLY