Green Hill, sabato 19 nuovo corteo a Montichiari. Attese duemila persone

0

La settimana del 18 Febbraio vedrà due importantissimi appuntamenti processuali che riguardano Green Hill e che potrebbero segnarne il corso della storia che fin qui abbiamo conosciuto.

Il 19 Febbraio ci sarà l’udienza preliminare che vede come imputati i 13 accusati di aver liberato i cani da Green Hill lo scorso 28 Aprile. Mentre il 21 Febbraio la Corte di Cassazione si esprimerà sul ricorso effettuato dalla Green Hill 2001 srl che chiede di annullare il sequestro probatorio in atto degli oltre 2700 cani usciti da Green Hill e la conseguente restituzione dei cani.

“Per questo abbiamo deciso di tornare per le strade di Montichiari – annunciano in una nota di Animal Amnesty, già Occupy Green Hill) – per far vedere che l’attenzione che ha caratterizzato questa lotta non è certo scomparsa e che esiste una maggioranza molto ampia di persone che vogliono vedere quel lager chiuso in via definitiva e che per nessuna ragione quei cani potranno tornare di proprietà della Marshall”. “Ci troveremo quindi sabato 16 febbraio alle 18.00 a Montichiari (Via Falcone, piazzale antistante ospedale) e da lì partiremo con una fiaccolata pacifica per le vie del paese. Vogliamo far vedere che nessuno ha dimenticato Green Hill e che anche solo l’ipotesi che un tribunale possa sancire la restituzione dei cani è qualcosa di inaccettabile agli occhi dell’opinione pubblica”.

Sono attese persone da tutta Italia, previsti almeno dieci autobus da varie città (Roma, Firenze, Bologna, Torino, Udine e altri) e gli organizzatori si attendono non meno di 2000 persone, fatto che mostrerebbe come l’attenzione attorno a Green Hill in questi mesi è cresciuta e non diminuita. La fiaccolata si svolgerà per le vie del centro di Montichiari per poi terminare al punto di partenza dove ci sarà un comizio degli organizzatori assieme ad alcuni membri di altre campagne internazionali per altri allevamenti come Green Hill, alcuni dei ragazzi arrestati il 28 aprile per la liberazione dei cani e al professor Stefano Cagno, uno dei massimi esperti italiani dell’opposizione scientifica al mondo della vivisezione.

“Vogliamo ripetere la bellissima esperienza della fiaccolata del Gennaio 2012 – conclude la nota – durante la quale un immenso fiume di fuoco ha attraversato Montichiari e ha sancito l’inizio di una nuova fase della lotta contro Green Hill terminata tre mesi dopo con la storica liberazione dei cani del 28 Aprile”.

Comments

comments

LEAVE A REPLY