Beccalossi (Fdi), due giorni di trasferta in alta Valcamonica per sostenere Bulferetti

0

Due giorni di trasferta in Alta Valle Camonica per l’on. Viviana Beccalossi, candidata alla Camera per Fratelli d’Italia, a sostegno della campagna elettorale di Marco Bulferetti, giovane imprenditore nel settore alberghiero/ristorazione, a sua volta candidato alla Regione Lombardia, nella lista di Fratelli d’Italia.

Bulferetti, 32 anni, sposato, due figli, si definisce “un politico a km.0” perché “l’unica esperienza l’ho fatta sulla porta di casa come consigliere comunale d’opposizione. Nient’altro. Non sono un politico di professione ma ho tanto entusiasmo”. Il suo obiettivo? “Portare aria nuova in Regione, all’insegna della concretezza e della gioventù. Ho trovato un movimento giovane, Fratelli d’Italia, che ha compreso il senso della mia candidatura: fare qualcosa di concreto per la mia Valle, per la mia provincia, con un programma semplice”.

Un programma incentrato soprattutto sul rilancio del turismo: “E’ una delle nostre grandi risorse – spiega -, anche per le ricadute che ha su altri importanti settori, come commercio e artigianato. Possiamo rilanciarlo solo potenziando la rete dei servizi, migliorando infrastrutture e collegamenti, investendo sulla formazione specialistica degli operatori”. Per il resto guarda ai giovani “che devono essere aiutati ad entrare nel mondo del lavoro, per tenerli legati alla loro terra”.

In mattinata Viviana Beccalossi e Marco Bulferetti hanno incontrato operatori del turismo e del commercio di Ponte di Legno per spiegare il loro impegno in questi settori. “Marco è un giovane imprenditore che ha deciso di metterci la faccia candidandosi per questo nuovo partito – ha spiegato l’on. Beccalossi – con un programma che punta al rilancio del turismo in Val Camonica e in tutta la provincia di Brescia e che guarda con attenzione al ruolo che potrebbero avere i giovani in questo comparto. Conosce benissimo la materia, anche per le sue esperienze internazionali, tanto che abbiamo chiesto a lui di scrivere la parte riguardante il turismo del programma che i 10 nostri candidati hanno consegnato venerdì a Roberto Maroni, il nostro candidato presidente della Regione Lombardia”.

Questi temi sono stati poi ripresi nel “brindisi alla democrazia”, promosso nel pomeriggio da Marco Bulferetti nelle sale del “Mirella”, storico hotel di famiglia. “Un brindisi al fatto che, comunque vada – ha spiegato Bulferetti – vincerà la democrazia, con la possibilità di esprimere in totale libertà il nostro voto”. E’ stata soprattutto una ‘chiacchierata’ con gli intervenuti, nel corso della quale Viviana Beccalossi è comunque tornata sull’argomento turismo: “Ben venga l’impegno di Maroni per trattenere il 75% delle tasse sul territorio perché siamo certi che quelle risorse verranno anche destinate al rilancio del comparto turistico, che deve fare i conti con una concorrenza notevole, a cominciare dal vicino Trentino, dove gli operatori godono di maggiori provvidenze rispetto alle regioni a statuto ordinario”. 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Personalmente questo "trattenere" le tasse (quali nessuno lo ha ancora detto…) mi suona molto come risorse da lasciare subito in mano, anzichè restituite, agli amministratori locali per gestire meglio ed in loco la spesa pubblica, fuori dai meccanismi di controllo centrali che si si stanno via via affinando secondo i principi di spending review. Una mezza furbata, mentre il vero problema è la riduzione del carico fiscale su famiglie ed imprese ed ancor prima del costo del lavoro. E, qui, dove si trovano le risorse compensative ?

LEAVE A REPLY