Montini (Pd) sul volontariato: “Risorsa fondamentale per l’economia della società e il sostegno ai più deboli”

    0

    “Il volontariato inteso come risorsa fondamentale per il progresso di una comunità”. Antonella Montini, candidata Pd alle regionali, interviene su un tema che conosce bene. “Molte persone in questi giorni mi dicono che la Regione dovrebbe sostenere di più e meglio i gruppi che lavorano realmente sul territorio. Nel Bresciano, sono numerose le associazioni che svolgono in molteplici ambiti attività di aiuto prezioso alle persone in stato di disagio”. Antonella Montini in consiglio provinciale ha presentato più volte emendamenti al bilancio per favorire la cultura del volontariato, con azioni rivolte in particolare ai problemi legati alla disabilità e alle numerose attività svolte dal Csv di Brescia. “Se non si interviene sono a rischio i servizi alle persone disabili – continua – e una società civile non può colpire i più deboli. Il volontariato si realizza nel “fare” delle comunità solidali, non dispone di una cultura limitata a parole di principio. Questa realtà rappresenta per la nostra provincia una risorsa fondamentale sotto il profilo economico, per le attività e i servizi offerti, che svolgono un indispensabile compito di integrazione e talvolta di supplenza dell’azione pubblica. Penso, ad esempio, al lavoro della Protezione civile. Ma esso rappresenta pure una risorsa sotto il profilo dell’etica civile. Il volontariato produce beni materiali di aiuto e di sostegno al disagio, alla malattia, alla disabilità, alla dipendenza. Ma, proprio per la capacità di superare i confini di una solidarietà spontanea, familiare e amicale, esso produce pure beni immateriali, comportamenti virtuosi, esempi e modelli degni di essere imitati. L’opera dei volontari bresciani aiuta a fronteggiare situazioni difficili, traumi di diversa natura, aiuta a uscire da condizioni di isolamento. Dove cresce il volontariato, crescono il capitale sociale, la ricchezza delle relazioni interpersonali, il rispetto di regole condivise. Il volontariato deve mostrarsi capace di sinergie al proprio interno, ma – termina Antonella Montini – ha a sua volta bisogno di contesti normativi e operativi favorevoli. Per queste ragioni è necessario l’impegno per sostenere le associazioni e i gruppi di volontariato bresciano (sociali, assistenziali, ma anche culturali, musicali, artistici) che oggi si trovano in difficoltà per il venir meno di contributi e risorse finanziarie.”

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY