Apre oggi il tanto “discusso” sovrappasso di via Rose

0

Sembrava non arrivare mai il giorno dell’inaugurazione del sovrappasso di via Rose. Oggi quel giorno è arrivato, e nonostante i rallentamenti causati da un’inchiesta giudiziaria tesa a verificare l’eventuale presenza di inquinanti nel terreno, questa mattina il sovrappasso è stato finalmente aperto. Dal punto di vista strutturale il sovrappasso è formato da un ponte di 30 metri, già predisposto per realizzare una terza corsia in tangenziale, al termine del quale si trovano due rotatorie, da cui partono le tre rampe di collegamento di via Sorbana, via Rose e tangenziale ovest. Da via Rose poi, si potrà raggiungere il parco del Mella in bicicletta attraverso una pista ciclo-pedonale protetta da barriere e parapetti. La pista sarà interamente bordata da piantumazioni di vario genere.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Non capisco il sarcasmo di "annina". Serve il sovrappasso di via Rose? Certo che sì.
    Un’alternativa a via Milano, sempre trafficata e intasata, per andare verso sud-ovest ci voleva.
    Mi ricordo che, quando ero venuto ad abitare a Brescia, 20 anni fa, i residenti di via Sorbana avevano messo i cartelli "Subito il cavalcavia" dopo che, a seguito di un grave incidente in cui era morta una ragazzina in scooter, era stato chiuso il passaggio che consentiva di attraversare la tangenziale ovest all’altezza di via Rose. Diciamo che il "subito" non è stato rispettato, ma per lo meno si è iniziato a smantellare il "buco nero di viabilità" che chiude l’area delimitata da via Milano, tangenziale Ovest e via Orzinuovi in un dedalo di stradine senza uscita…

  2. Non capisco il sarcasmo di "annina". Serve il sovrappasso di via Rose? Certo che sì.
    Un\’alternativa a via Milano, sempre trafficata e intasata, per andare verso sud-ovest ci voleva.
    Mi ricordo che, quando ero venuto ad abitare a Brescia, 20 anni fa, i residenti di via Sorbana avevano messo i cartelli "Subito il cavalcavia" dopo che, a seguito di un grave incidente in cui era morta una ragazzina in scooter, era stato chiuso il passaggio che consentiva di attraversare la tangenziale ovest all\’altezza di via Rose. Diciamo che il "subito" non è stato rispettato, ma per lo meno si è iniziato a smantellare il "buco nero di viabilità" che chiude l\’area delimitata da via Milano, tangenziale Ovest e via Orzinuovi in un dedalo di stradine senza uscita…

LEAVE A REPLY