Quote rosa in Loggia, la commissione vota NO

0

(a.c.) Dopo mesi di discussioni all’interno della commissione chiamata a definire gli articoli dello Statuto comunale e i regolamenti amministrativi, ieri non è passata la regola della parità di presenza maschi-femmine in Giunta e nelle società partecipate.

Con i soli voti contrari di Laura Castelletti, Brescia per passione, e di Donatella Albini, Sinistra Ecologia e Libertà, la commissione presieduta da Simona Bordonali della Lega Nord ha preferito non inserire nei nuovi regolamenti alcuna norma sulle quote rosa, se non un accenno all’opportunità della parità di possibilità e diritti. Adriano Paroli sarebbe stato favorevole a una quota simbolica del 20% (la legge nazionale prevede che tali quote vengano espressamente previste ed enunciate), giustificandola con il suo diritto di scegliere per competenze e non per sesso, eppure non è passata. Assente l’altro candidato sindaco, Emilio Del Bono. Ora la palla passerà al Consiglio Comunale.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Fate schifo!!! Hanno paura di scoprire che le donne sono più brave di loro? La classe politica bresciana fa schifo. Fa più scalpore la signora Bordonali che non insiste sull’argomento … cosa vuole essere l’ape regina dell’alveare? Cara Bordonali attenta ai fuchi!!!!

  2. Sono indiganto per la demagogia, la povertà e pavidità politica di pseudo femministe come la Castelletti e la Albini. Non c’è nulla di più umiliante e maschilista del posto imposto per legge, che annulla la qualità delle persone. Se questo è il modo di educare gli uomini al rispetto ed al riconoscimento delle qualità delle persone indipendentemente dal sesso, dalla religione , dall’età, dalle convinzioni politiche, allora siamo proprio messi male. Alla stessa stregua perchè non combattiamo le discriminazioni verso gli omosessuali imponendo quote anche lì? Oppure imponendo quote di persone anziane? o imponendo quote di disabili? o imponendo quote di giovani? O magari di madri lavoratrici con più di tre figli, o altre sciocchezze del genere?

  3. Le elettrici donne sono in numero maggiore degli elettori uomini. Tuttavia, votano gli uomini e non le donne. Come sarà questa storia???

LEAVE A REPLY