Tangenziale di Orzivecchi, confermata la presenza di materiale inquinato. Locatelli ammette la tangente a Nicoli Cristiani

0

(a.c.) In aula è stato confermato dai tecnici impegnati nell’incidente probatorio che sotto l’asfalto della tangenziale di Orzivecchi sono presenti scorie inquinate da cromo e bario. In concentrazioni elevate. Ma c’è di più: il materiale depositato come fondo della strada non sarebbe stato miscelato con sabbia ma sarebbe stato posizionato in strati uniformi, e le scorie non sarebbero sempre granulose ma addirittura formate da grossi pezzi di metallo.

Si aggrava la posizione processuale del titolare della ditta indagata, il bergamasco Pierluca Locatelli, che a dispetto dei dati enunciati in aula si dice sereno sulla questione dei rifiuti pericolosi. Discorso diverso per la questione-tangente. Locatelli all’uscita dell’auola di giustizia dice ai microfoni dei giornalisti: «Ammetto sempre e solo la tangente pagata a Nicoli Cristiani. Anzi, che sono stato costretto a pagare. Per quanto riguarda il traffico di rifiuti, invece, l’ho detto fin dal primo giorno: non esiste e verrà dimostrato».

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Perchè non va avanti il controllo ai lati e sotto la tangenziale Montelungo ? Lavori di sottopasso sospesi per incontri con materiale pericoloso… Comune dove sei ? Amministrazioni DX E e SN dove siete? Che schifo… TENETE TUTTO NASCOSTO !!!!

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome