Tangenziale di Orzivecchi, confermata la presenza di materiale inquinato. Locatelli ammette la tangente a Nicoli Cristiani

0

(a.c.) In aula è stato confermato dai tecnici impegnati nell’incidente probatorio che sotto l’asfalto della tangenziale di Orzivecchi sono presenti scorie inquinate da cromo e bario. In concentrazioni elevate. Ma c’è di più: il materiale depositato come fondo della strada non sarebbe stato miscelato con sabbia ma sarebbe stato posizionato in strati uniformi, e le scorie non sarebbero sempre granulose ma addirittura formate da grossi pezzi di metallo.

Si aggrava la posizione processuale del titolare della ditta indagata, il bergamasco Pierluca Locatelli, che a dispetto dei dati enunciati in aula si dice sereno sulla questione dei rifiuti pericolosi. Discorso diverso per la questione-tangente. Locatelli all’uscita dell’auola di giustizia dice ai microfoni dei giornalisti: «Ammetto sempre e solo la tangente pagata a Nicoli Cristiani. Anzi, che sono stato costretto a pagare. Per quanto riguarda il traffico di rifiuti, invece, l’ho detto fin dal primo giorno: non esiste e verrà dimostrato».

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Perchè non va avanti il controllo ai lati e sotto la tangenziale Montelungo ? Lavori di sottopasso sospesi per incontri con materiale pericoloso… Comune dove sei ? Amministrazioni DX E e SN dove siete? Che schifo… TENETE TUTTO NASCOSTO !!!!

LEAVE A REPLY