Le richieste dell’Associazione Mazziniana di Brescia ai politici che governeranno

0

L’Associazione Mazziniana Italiana, Sezione di Brescia, nella sua assemblea del 9 febbraio 2013 ha deliberato di sottoporre alle forze politiche, in occasione delle prossime elezioni, i seguenti punti di programma ritenuti per lei fondamentali: impegnare l’Italia ad intraprendere un percorso costituente europeo, affinché i popoli dell’Unione siano chiamati ad eleggere una Assemblea Costituente col compito di elaborare una Costituzione Europea, popolare e democratica; condanna di ogni forma di separatismo;  impegno a non modificare in questo momento la Costituzione Italiana, tenendo conto che, con l’attuale legge elettorale, ogni modifica dovrebbe essere approvata da un Parlamento di meri nominati; modifica della legge elettorale; attuazione degli artt. 49 e 39 Costituzione sulla disciplina democratica dei partiti e dei sindacati, nonché una legge sulla rappresentanza sindacale; legge che estenda la cittadinanza almeno ai figli nati in Italia da immigrati residenti; obbligo dell’insegnamento dei principi costituzionali e dell’educazione civica nelle scuole; difesa della scuola e sanità pubbliche, i fondi pubblici non devono andare a beneficio di strutture private che fanno concorrenza a quelle pubbliche, sostegno alle strutture private solo in ambiti in cui il pubblico non riesce ad intervenire; legislazione laica che tuteli le libertà individuali in tema di matrimonio, unioni civili, bioetica e fecondazione, nel pieno rispetto del principio di solidarietà e dei diritti dei terzi; normativa più severa anticorruzione e legge drastica sul conflitto interessi; affrontare la crisi economica e sociale con un nuovo modello di sviluppo che privilegi forme di impresa partecipate dai lavoratori, esaltando il ruolo del lavoro e del capitale nelle stesse mani, in piena attuazione dei veri principi cooperativistici e di fratellanza.

Comments

comments

LEAVE A REPLY