Verso il voto, Paroli: Maroni è una garanzia come Governatore

5

Ieri Adriano Paroli ha rotto il silenzio e ha sostenuto pubblicamente la candidatura di Roberto Maroni alla Regione, definendola una garanzia. Con l’occasione ha fatto anche gli auguri a Rolfi e ha annunciato, come riporta il Corriere, il suo voto personale per Mauro Parolini (Pdl). "Il ruolo del sindaco è delicato – ha detto Paroli – perché deve rappresentare tutti. Tuttavia è giusto dichiarare per chi si vota. Nel mio caso è evidente che voto Maroni e voto Pdl". E poi aggiunge "Maroni ho avuto la possibilità di conoscerlo bene e spero sia lui il prossimo presidente della Regione. Tutti abbiamo visto i risultati ottenuti da ministro dell’Interno. Con lui abbiamo fatto il Patto per Brescia sicura, sbloccato la situazione della caserma Randaccio. Ci ha sempre dato risposte concrete. Da ministro del Welfare aveva fatto una riforma che, se non fosse stata manomessa da Prodi, avrebbe reso inutile la riforma Fornero".

Comments

comments

5 COMMENTS

  1. Ma Maroni non era al governo regionale con il Formigoni che ha appaltato totalmente la sanità, l’ARPA e quant’altro ha potuto ai suoi ciellini mistico-affaristi con relativi scandali e corruzioni accertate. Sicuramente ora, che finalmente si è accorto dei "cattivi" comportamenti dei suoi e dei suoi alleati non lo fara’ piu’ parola di Paroli. E’ una Parodia paradossale.

  2. quel tizio che ha il cognome come quei quadrupedi che corrono veloci e che compare in questo sito col suo bel faccino angelico lo stiamo lautamente mantenendo da molto tempo. Si auspica gente nuova, possibilmente senza esperienza che in questo settore è l’unica garanzia di onestà

  3. Per sentire le prese di posizione di Paroli bisogna chiedergli opinioni di politica pidiellina Diverasmente e’ muto muto su tutti i problemi che questa città ha ed ha avuto. L’ altra strategia utilizzata dal Sindaco quando parla e’ la flemma, tanta flemma,, così una persona si stufa e non riesce mai a capire il suo pensiero

  4. Sa un po’ di stantio questa acredine a molfetta. Paroli a differenza di chi ciancica ogni tre per due fa le cose che servono alla città. Lavora e sistema i danni fatti da Corsini che si è dimenticato di pagare il metrobus, mantiene brescia primo comune in Italia per il suo bilancio. Rispetta il patto di stabilità e lo fa senza tagliare servizi sociali e scuola.
    Poche parole e molti fatti. Bravo Paroli

LEAVE A REPLY