Green Hill in Cassazione: si al sequestro preventivo dei beagle. Attesa per stasera o domani la sentenza

0

Sì al sequestro preventivo dei quasi 2.700 cani beagle dell’allevamento Green Hill di Montichiari. Ecco la posizione espressa dal sostituto procuratore generale di Cassazione, Sante Spinaci, durante l’udienza a porte chiuse davanti alla terza sezione penale della Suprema Corte. Il pg ha chiesto l’accoglimento del ricorso della procura di Brescia contro l’ordinanza con cui il Riesame della città lombarda, il 23 ottobre scorso, aveva annullato il sequestro preventivo disposto dal gip il primo ottobre. La decisione dei supremi giudici dovrebbe arrivare tra stasera e domani: in ogni caso i cani resteranno affidati alle famiglie con cui vivono dopo essere stati tolti all’allevamento. Ieri, infatti, il gip di Brescia ha confermato il sequestro probatorio dei beagle. Ma la tesi accusatoria potrebbe rafforzarsi: ciò accadrà se la Cassazione si pronuncerà a favore del sequestro preventivo dei cani, accogliendo così il ricorso della Procura bresciana, come richiesto dal pg Spinaci, secondo il quale sussistono i reati di maltrattamento e uccisione di animali. Durante l’udienza a porte chiuse, in piazza Cavour, a Roma, erano presenti manifestanti di Legambiente, Lav e Enpa: qualcuno, al guinzaglio, teneva anche cagnolini sequestrati a Green Hill.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Da qualche mese sono affidataria di un cucciolo di beagle proveniente da Green Hill. Vivendo in Abruzzo, oggi, non ho potuto partecipare al sit-in di Lav, Legambiente e Enpa ma ho sperato e spero che tutto si risolva in favore dei beagle e delle famiglie affidatarie, che si sono impegnate ad avere vicino questi "amici speciali", perché profondamente segnati da quello che hanno dovuto sopportare in quell’inferno. Mi auguro che cambi qualcosa anche nei confronti di tutti gli altri animali oggetto di sperimentazione. Ci sono altri sistemi per la ricerca. Non esistono solo gli animali. Questi sono esseri viventi come noi, creati da chi è sopra di noi. Se noi non dobbiamo decidere sul destino dei nostri simili, perché, per nostro arbitrio, dobbiamo sottoporre gli animali a simili atrocità? Se qualcuno si scandalizza per quanto ho detto, provi a guardare un animale negli occhi e rifletta un pochino.

  2. Da qualche mese sono affidataria di un cucciolo di beagle proveniente da Green Hill. Vivendo in Abruzzo, oggi, non ho potuto partecipare al sit-in di Lav, Legambiente e Enpa ma ho sperato e spero che tutto si risolva in favore dei beagle e delle famiglie affidatarie, che si sono impegnate ad avere vicino questi "amici speciali", perché profondamente segnati da quello che hanno dovuto sopportare in quell\’inferno. Mi auguro che cambi qualcosa anche nei confronti di tutti gli altri animali oggetto di sperimentazione. Ci sono altri sistemi per la ricerca. Non esistono solo gli animali. Questi sono esseri viventi come noi, creati da chi è sopra di noi. Se noi non dobbiamo decidere sul destino dei nostri simili, perché, per nostro arbitrio, dobbiamo sottoporre gli animali a simili atrocità? Se qualcuno si scandalizza per quanto ho detto, provi a guardare un animale negli occhi e rifletta un pochino.

  3. Da qualche mese sono affidataria di un cucciolo di beagle proveniente da Green Hill. Vivendo in Abruzzo, oggi, non ho potuto partecipare al sit-in di Lav, Legambiente e Enpa ma ho sperato e spero che tutto si risolva in favore dei beagle e delle famiglie affidatarie, che si sono impegnate ad avere vicino questi "amici speciali", perché profondamente segnati da quello che hanno dovuto sopportare in quell\\\’inferno. Mi auguro che cambi qualcosa anche nei confronti di tutti gli altri animali oggetto di sperimentazione. Ci sono altri sistemi per la ricerca. Non esistono solo gli animali. Questi sono esseri viventi come noi, creati da chi è sopra di noi. Se noi non dobbiamo decidere sul destino dei nostri simili, perché, per nostro arbitrio, dobbiamo sottoporre gli animali a simili atrocità? Se qualcuno si scandalizza per quanto ho detto, provi a guardare un animale negli occhi e rifletta un pochino.

LEAVE A REPLY