Chiari, fatture false per 150milioni di euro. Indagate 21 persone e 3 in manette

0
Bsnews whatsapp

Un’operazione della Guardia di Finanza ha scoperto a Chiari un vero e proprio sistema di evasione fiscale. Protagonista un’azienda edile di Palazzolo, che, come riporta il giornale di Brescia, attraverso la consulenza di un commercialista di Chiari ha dato vita a questo circolo illegale. Le indagini, iniziate nel 2011 hanno scoperto che l’azienda emetteva false fatture (per 150milioni) per consentire alla ditta madre di pagare meno tasse e di acquisire crediti Iva sfruttati poi per non versare i contributi previdenziali per i dipendenti. Un danno stimato circa 200 milioni. Arrestati i due amministratori dell’azienda, e il commercialista, ora ai domiciliari. Coinvolto anche un kosovaro che fungeva da prestanome che è latitante. La Guardia di finanza ha sequestrato beni per 4 milioni di euro tra auto di lusso e immobili. Altre 21 le persone indagate.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Non tocca a me difendere i commercialisti ma il "sedicente&quot ; coinvolto nella vicenda NON è un commercialista iscritto all’albo professionale. Please informarsi.

RISPONDI