Metro, nuovi disagi. Le “macchinette” per i biglietti non accettano banconote

0

(a.c.) I viaggiatori della nuova metropolitana di Brescia si dimostrano soddisfatti – se non entusiasti – della struttura e della efficienza dei treni. Qualche problema invece riguardo all’erogazione dei biglietti, con le macchinette che in questa settimana hanno fatto un po’ tribulare, clienti e tecnici.

A una settimana dall’inaugurazione sono ormai consolidati sui 40mila passeggeri al giorno i dati di utilizzo del metrobus. Tutto sta filando liscio per quanto riguarda le corse, gli orari e le questioni di ordine pubblico (anche grazie alla massiccia presenza di steward, in questa prima fase impegnati in ogni stazione). Problemi, piccoli, si stanno invece verificando nell’accaparramento di biglietti tramite le macchinette automatiche. Se alcuni giorni fa le biglietterie non erogavano – inspiegabilmente – tagliandi (si era sparsa la voce che "mangiassero soldi") ora non accettano banconote, e i viaggiatori sono costretti a pagare con monetine oppure con bancomat o carta di credito, anche solo per 1,20 euro. Un foglio su ogni biglietteria mette in guardia i clienti del disagio, e le persone sono costrette a cercare un tabaccaio o un bar che cambi loro le banconote in monete. 

La responsabilità del malfunzionamento delle macchinette è palleggiata da Brescia Mobilità a Brescia Infrastrutture, che di comune accordo però garantiscono che sarà risolto a breve. Fino ad allora è bene scendere nelle stazioni con un po’ di soldini in tasca.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. I passeggeri devono come minimo raddoppiare per avvicinarci ai dati previsionali correlati al piano economico-finanziari o.

LEAVE A REPLY