Passeggeri in calo, sotto quota 30mila, anche a causa del guasto di domenica

0

(a.c.) Dopo il pienone di domenica, ieri, per la prima volta dall’entrata in servizio, i passeggeri della metropolitana sono scesi sotto la quota dei 30mila.

In attesa dei dati ufficiali, precisi, riguardo al traffico sul nuovo servizio di Brescia Mobilità, dati che verranno diffusi probabilmente nella giornata di giovedì, ieri si è registrata la prima flessione dopo un’intera settimana che ha visto ogni giorno tra i 35 e i 40mila passeggeri. Calo in parte dovuto, probabilmente, alla diminuzione del numero dei "curiosi" che hanno voluto provare la metropolitana cittadina per la prima volta, ma anche e soprattutto al guasto verificatosi nel tardo pomeriggio di domenica (leggi la notizia) che è stato risolto solo alle 18 di ieri, tagliando fuori la fermata della Poliambulanza che è stata bypassata grazie ad una navetta di superficie messa a disposizione da Brescia Mobilità. Un disagio che sicuramente si è ripercosso sull’affluenza dell’intera giornata. 

Il guasto, in un primo momento ipotizzato sul convoglio, era dovuto allo sganciamento di un cavo di alimentazione su una rotaia nei pressi della fermata. I tecnici vi hanno lavorato dalle 14:30 fino alle 18, quando la stazione è stata riaperta. 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. al primo guasto adesso tutti non vogliono più salire l"anno voluta adesso bisogna usarla se nò è una perdita per il comune sia per la gente

  2. 2 conti : 30.000 x 365 = 11 milioni circa all’anno x diciamo 1 euro visto che qualcuno con un biglietto ci puo’ fare andata e ritorno = 11 milioni lordi , costo totale 950 milioni …forse tra 90 anni avremo vinto la forza di gravita’ e ci saranno altri tipi di trasporti , no ?

  3. Ho idea che i conti la serva li fa meglio.
    Cifre sparate a caso senza idea su i vari parametri da considerare.
    Aspett i un anno almeno prima di fare considerazioni del genere

LEAVE A REPLY