La metropolitana non piace a tutti: molti i disagi lamentati dai cittadini di Sanpolino

0

(a.c.) Grande afflusso di passeggeri e commenti entusiastici da parte di molti. E’ stata più che positiva la risposta dei bresciani alla nuova metropolitana, ma non da parte di tutti. I cittadini residenti a Sanpolino l’altra sera si sono dati appuntamento in una riunione presso la Circoscrizione Est per discutere dei disagi che devono sopportare da quando i treni hanno iniziato a fare regolarmente la spola tra le due stazioni capolinea. Due sono le criticità evidenziate nel corso dell’incontro. L’inquinamento acustico, innanzitutto, che colpisce tanti residenti nei pressi della stazione: le voci dell’altoparlante, i suoni che segnalano l’apertura e la chiusura delle porte, lo stridore dei freni, tutto questo si percepisce con fastidio già con le finestre chiuse, preoccupa molto come potrà influire sulla qualità della vita durante i mesi estivi (sull’avviso della riunione i cittadini erano invitati a provare ad aprire le finestre al passaggio dei convogli).

 

L’altro elemento di disturbo è causato dalla sosta non regolamentata lungo le strade nei pressi della stazione, dove i passeggeri della metro parcheggiano senza criterio in questi primi giorni di avvio del servizio.

Come risolvere? Altoparlanti e suoni di avviso si possono abbassare di volume, così come si possono posizionare pannelli fonoassorbenti, ma costruire un tunnel trasparente che inglobi i treni, come chiesto durante l’incontro, sarà meno semplice. Riguardo ai parcheggi è chiesta maggiore severità nei controlli.

Comments

comments

LEAVE A REPLY