Gallerie bresciane, la Provincia garantisce illuminazione, ventilazione e copertura telefonica

0

Nel pomeriggio di ieri il Prefetto di Brescia ha convocato una riunione volta ad affrontare e risolvere le problematiche connesse alle comunicazioni nelle gallerie di lunghezza superiore a 500 metri ubicate sulle strade provinciali del territorio bresciano, con particolare riferimento all’inadeguata illuminazione delle stesse e alla mancanza di copertura della rete radio e telefonica al loro interno, sopratutto al fine di consentire alle forze di polizia e agli organi preposti al soccorso i collegamenti necessari per affrontare eventuali emergenze e criticità.

Dal confronto ampio e articolato, e in particolare dalle osservazioni del comandante della Polizia stradale di Brescia è emerso che la mancanza della copertura delle reti telefoniche all’interno della gallerie non garantisce le adeguate misure di sicurezza in caso di emergenza o incidenti e impedisce agli utenti di comunicare con l’esterno per ogni tipo di criticità. La Provincia ha fatto presente di aver programmato, compatibilmente con il patto di stabilità e talora anche superandone i limiti per le opere urgenti e indifferibili, tutte le attività necessarie per assicurare all’interno delle gallerie sia l’illuminazione e la ventilazione che la realizzazione dei collegamenti radio e telefonici, a partire dalla galleria “trenta passi” sulla Sp 510 Sebino Orientale, che conduce in Valcamonica, i cui primi interventi sono di prossima realizzazione.

È stato anche accertato che la galleria di Lonato sulla Sp bs 11 Tangenziale Sud che conduce verso il Lago di Garda risulta già corrispondente alle esigenze di sicurezza e la società autostradale Brescia-Padova, su richiesta del Prefetta, ha assicurato che fornirà immediatamente gli apparati necessari alle forze di Polizia e di soccorso. I gestori telefonici si sono impegnati a risolvere le altre criticità presenti all’interno delle altre gallerie del territorio bresciano.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Chi transita quotidianamente nelle gallerie per la Val Camonica è da sempre sottoposto ad una mezzora di camera a gas all’andata ed al ritorno. I ventialtori o non funzionano o sono fermi. Roba da terzo mondo…speriamo poco fiduciosamente che qualcuno fianalmente si svegli.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome