Il Cardinale bresciano Re: “Ha scelto il nome Francesco, manifesta il suo stile”

0

Contento e rasserenato il Cardinal Re per la velocità con la quale il conclave ha raggiunto un nome comune. Giovanni Battista Re, dell’Ordine dei Vescovi è stato il cardinale più anziano vescovo in Conclave con il compito quindi di decano tra gli elettori. E’ stato lui a rivolgere al cardinal Bergoglio la domanda sull’accettazione: «Accetti la tua elezione canonica a Sommo Pontefice? Con quale nome vuoi essere chiamato?». "È vero che l’Argentina è lontana – ha detto il cardinale al Giornale di Brescia riferendosi alle prime parole dette dal Papa – ma le radici di papa Francesco sono radici italiane perchè‚ i genitori, sia la mamma che il papa erano italiani, ambedue di Torino, emigranti che sono andati in America Latina". In un’intervista al Corriere il Cardinale dà la sua opinione sull’uomo eletto papa "una figura di spicco per l’intelligenza, la cultura, la spiritualità. Un uomo esemplare, mite, vicino alla gente, che conduce uno stile di vita ascetico" e aggiunge sul nome scelto, Francesco, : "Di solito i Papi scelgono il nome di un predecessore, o di qualcuno di cui esiste già una lunga serie: Giovanni, Paolo, Benedetto. Lui ha scelto Francesco ed è molto significativo, manifesta il suo stile. Che è davvero francescano, molto umile". E sul suo futuro non ha dubbi "Sarà un evangelizzatore, lavorerà per evangelizzare il mondo. Ora lo attende il grande viaggio in Brasile per la Giornata mondiale della gioventù in luglio".

 

Comments

comments

LEAVE A REPLY