Lunedì il candidato alla Loggia Del Bono convoca la “Giunta dei sindaci”: primo tema la metro

0
Bsnews whatsapp

Convocare a cadenza periodica la «Giunta dei sindaci» di Brescia e dell’hinterland, questo si propone Emilio Del Bono. La prima prova domani al museo Ken Damy: a partire dalle 10, in corsetto Sant’Agata 22, si confronterà con i primi cittadini di 12 Comuni della cintura sulla «Mobilità nell’area urbana metropolitana». Primo tema il Metrobus. Come scrive il Bresciaoggi l’argomento è caldo per il candidato sindaco per mettere in luce le mancanze della giunta attuale, cioè la mancata integrazione con la metro di bus e parcheggi. Inoltre si parlerà del parcheggio sotto il Castello, stadio alle cave di San Polo e sede unica del Comune in via Dalmazia (tutto lontano dall’asse del metrò). Domani ci saranno i sindaci Antonio Bazzani (Bovezzo), Mario Benetti (Botticino), Bruno Marchina (Gussago), Gianbattista Groli (Castenedolo), Tiziano Bertoli (Nave), Michele Orlando (Roncadelle), Paolo Cingia (Cellatica), Nadia Pedersoli (Flero), Enrico Danesi (Rezzato), Stefano Retali (Concesio), Marco Franzini (Castelmella) e Antonio Trebeschi (Collebeato). E discuteranno di questioni attinenti alla «Grande Brescia», appunto, come i futuri ampliamenti del Metrobus, l’integrazione con gli altri mezzi pubblici e i parcheggi intermodali. 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. il NON futuro sindaco fra sindaci cerca una spondina in un incontro che sembra un direttivo provinciale. Piuttosto Del Bono dovrebbe spiegare ai sindaci come mai nei primi anni di costruzione della metro (quando comandava il centro sinistra) nulla è stato fatto per la riorganizzazione del Trasposto Pubblico Locale. In questo non si distingue affatto da Paroli. Il risultato è comico: ora si vuole che la SIA lasci gli studenti ai capolinea della metro(Prealpino e S.Eufemia). Peccato che il deposito SIA sia in stazione e che i pulmann (vuoti) la raggiungerebbero comunque (la stazione), con nessun vantaggio dal punto di vista del traffico, ambientale e di risparmio. In compenso la metro sarebbe presa d’assalto, ma con frequenza di corse bassissima non sopporterebbe il carico. Dove era Del Bono quando era il momento di mettersi intorno a un tavolo per decidere e programmare queste cose, cioè circa 10 anni fa? Dormiva sonni tranquilli sotto l’ala protrettrice di Corsini?

  2. Sfigato, se non ti sei accorto tu non sei ancora Sindaco…e speriamo non lo diventerai mai….già che ci sei e ti senti cosi insopportabilmente superiore da convocare i sindaci (mi piaceebbe sapere chi sei per farlo e cosa rappresenti in questo momento) ricorda anche al mio Sindaco di Concesio di rigare dritto che da quanto si legge dai giornali porta in consiglio delibere sulla fascia di rispetto della metropolitana che poi vengono bocciate dal TAR…e non si sente nemmeno in dovere di dare spiegazioni ai suoi cittadini…

RISPONDI