Movimento 5 Stelle, il candidato sindaco alla Loggia è Laura Gamba, avvocato 38enne

0
Bsnews whatsapp

(a.c.) Il candidato sindaco per la città di Brescia del Movimento 5 Stelle è Laura Gamba. Avvocato 38enne, madre di due bambine, la Gamba è stata scelta nella giornata di ieri durante le primarie del movimento alle quali hanno partecipato 123 aderenti al movimento iscritti prima del 31 dicembre 2012 e residenti in città.

Alle 20, alla chiusura delle urne, lo spoglio delle schede è andato in onda anche in diretta streaming dal sito del Meetup cittadino (http://www.meetup.com/meetupbrescia/). La graduatoria dei candidati ha visto la Gamba ottenere 76 voti su 123, al secondo posto Luca Cremonini, ingegnere gestionale 38enne, con 17 voti; poi Alessandro Lucà, impiegato 39enne, con 14 voti, Stefano Delledonne, il più giovane con i suoi 20 anni, studente, con 11 preferenze, e infine Gabriele Avalli, 40 anni, impiegato, con 5 preferenze.

Tutti i candidati prima del voto hanno ribadito che non era importante il nome che sarebbe uscito dallo scrutinio ma il programma e la ventata di novità che si vuole portare in Loggia. Per questo non c’è mai stata vera competizione, e alla fine tutti erano comunque contenti.

Le prime parole di Laura Gamba: «Ci presentiamo per vincere, perché siamo convinti di avere le capacità e le competenze per amministrare diversamente la città rispetto a quanto è stato fatto fino ad oggi. Creeremo una giunta sulla scia di quanto fatto a Parma pubblicando i curricola dei potenziali assessori, che saranno scelti per la loro competenza. E poi taglieremo subito lo stipendio del sindaco e degli assessori, perché sono i primi a dover dare il buon esempio».

A proposito di programma: verrà presentato pubblicamente nella giornata di venerdì, presso l’Auditorium Capretti dell’Istituto Artigianelli di via Piamarta 6 (ecco l’invito: http://www.meetup.com/meetupbrescia/events/109313972/)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Non sarà stato lungo scrutinare 123 voti. Mi spiace per Avalli, che forse ha pagato l’essere saltato di palo in frasca negli ultimi anni. Speriamo che fra i 123 sostenitori grillini ci siano tutte le competenze necessarie. L’esempio di Parma non mi sembra dei più incoraggianti. Si vuole chiudere il termoutilizzatore subito? Magari anche la centrale del teleriscaldamento? Interessante, interessante…..

  2. Amministrare diversamente la città, dice orgogliosa Laura Gamba. Quando si parla di cambiamento in una città come Brescia come minimo viene la tachicardìa. Declinare poi questa parola in un programma e in una squadra di Governo è quanto di di più ardimentoso si possa pensare. In bocca al lupo, per tutto e soprattutto quando si troverà di fronte i vari Paroli, Del Bono, Onofri, Fenaroli, Castelletti…

  3. con questi del M5S scordatevi il lavoro , non solo per chi adesso e’ senza ma anche per chi ha gia’ un lavoro e lo perdera’ in pochi mesi.

  4. Visto che avremo un altro avvocato candidato, proviamo a fare confronti con l’altro autentico civico, Onofri.
    PIATTAFORMA CIVICA E ONOFRI: cinque anni di proposte e studio: Incontri, convegni, inviti, su A2A, mobilità sostenibile, ambiente, metrobus, cultura, giovani, urbanistica, finanza locale, piste ciclabili, Università, PGT, sussidiarietà. Un programma definito e grandi professionalità come sostenitori. Non male come curriculum.
    GRILLIN I E GAMBA: zero assoluto, se non incenerire l’inceneritore. Non male come biglietto da visita.

  5. I vari supporters di PD e pdl prima di sentenziare acidamente con chi è nuovo sappiano che hanno venduto a2a alla finanza, hanno cementato brescia (vecchio e nuovo pgt) hanno esternalizzato servizi con peggioremento dei costi e dei servizi , hanno indebitato con la metro per 20 30 anni la città, hanno lasciato inquinare a livelli mondiali, hanno speso barche di soldi per le inutili LAM, hanno progettato un pazzesco ed inutile parcheggio scavato sotto il cidneo…. peggio non sarà mai possibile….chiedet e almeno scusa e poi a casa…

  6. ha solo il vantaggio di non avere mai fatto nulla su cui essere giudicato; alla prima votazione al senato, i nuovi (che ci hanno detto di essere meglio dei vecchi) hanno già rotto il patto interno che li vincolava al voto unanime; il buon giorno si vede dal mattino…

  7. un vero peccato che alla Camera non servisse il voto del M5S ( specialmente siciliani e calabresi perche’ ormai pare che ci siano 2 M5S ) sarebbe stato bello vedere in quanti avrebbero votato la Boldrini che e’ tutto meno che una foglia di fico….da 30 anni sguazza nella politica mondiale. Gli ultimi anni poi all’Unhcr sono stati disastrosi , solo la sinistra estrema e la CGIL ne possono essere fieri .

  8. era ovvio che appena fossero arrivate le prime propostine di posticini nel sottobosco del sottogoverno i prodi fivestars, soprattutto da certe regioni, si sarebbero sciolti come neve al sole. il richiamo del parassitismo parastatale in certe zone e’ troppe forte… e’ il richiamo della foresta. Ovvio che avrebbero accettato anche proposte dalla destra… come sempre il motto e’ – tengo famiglia –

  9. Piergi, senza le polemiche che leggo nei commenti, mi puoi aiutare a capire, perché c’è un qualcosa che non mi torna nei numeri e nella politica, data l’evidente discrasia tra ciò che si è ed i voti che il M5S ha raccolto a Brescia. 76 voti per l’avv. Gamba, 123 partecipanti, pari al 10% degli iscritti. “Primarie del movimento”: se le parole hanno un senso serio, sia in quanto “primarie”, sia in quanto “movimento”. In quanto all’inceneritore a Brescia si possono e si debbono dire molte cose per quantitativi e sicurezza ambientale, ma spero che l’avv. Laura Gamba si e ci risparmi – almeno – la figuraccia del Pizzarotti da Parma.

  10. In effetti scrutinare 123 voti sarà stata faccenda davvero di pochi minuti. Mi chiedo perché abbiano votato solo in 123 su 1200 iscritti al meetup. Mi chiedo se veramente vogliano amministrare Brescia: quasi nullo l’interesse mi pare… eppure per le regionali hanno votato in 11.800. Mi piacerebbe sapere perché alla fine abbiano una candidata sindaca sostenuta solo da 76 persone…

  11. Ai quesiti legittimi del prof.Bragaglio risponderò quando mi e ci dirà in estrema sintesi il suo parere storico, autorevole e assai rispettabile, proprio su tre vicende-cardine della storia bresciana che lui ha vissuto e ben conosce: progetto e costi della metropolitana leggera (quando Vicesindaco era Ettore Fermi, oggi Presidente di Brescia Metro), fusione AEM-ASM in A2A e soprattutto strategicità della costruzione dell’inceneritore, sperando che ci risparmi le figuracce fatte dal centrosinistra e liberandolo, ovviamente, da quella fatte dal centrodestra del duo Parolfi. Altro che Pizzarotti da Parma…

  12. Il piergi non risponde ma ribatte al Bragaglio con domande. I fatti di A2A, metro e inceneritore sono vicende vecchie, in cui la vecchia politica faceva i conti con gli interessi ed i condizionamenti esterni. In ogni caso, giuste o sbagliate che fossero, sono state delel scelte. A PArma, invece, liberi da ogni condizionamento, senza alcun potentato economico alla spalle, senza pressioni di gruppi di potere, si è scelto di chiudere, prima ancora di aprirlo, l’inceneritore. Risultato: l’inceneritore funzione allegramente, alla faccia dei grillini. Diciamolo pure, Figura barbina di incapacità totale a governare.

  13. Comodo sopprassedere alla realtà. Tutti gli errori del passato delle oligarchie eterne o cooptative non esistono e non si vedono più nemmeno le conseguenze: è così che in italia si va avanti…ma forse è finita.
    Parma: non è mancata la volontà di chiudere l’inceneritore (non si chiama più termovalorizzatore ?)ma le leggi volute da chi lo ha voluto (DX E SN) hanno impedito la chiusura..o no? C’è da essere contenti così come a Brescia si bruceranno 800.000 tonn nei cieli (che furbata).
    Chi candida chi: Paroli o Del Bono li hanno decisi in 5 ma forse 3 persone (oltre ai i potentati economici (padroni-clienti) …o no ? Ipocrisia evidente verso M5S.

  14. Piergi, scusami se rimango all’essenziale. ASM. Ritengo che l’aggregazione tra ex Municipalizzate fosse indispensabile. Come in Germania, modello RWE. Una qualche mia obiezione, invece, sulle modalità, peraltro da me rese pubbliche, non col senno di poi. Già all’indomani delle due improvvide uscite Zuccoli-Capra, sul 24 Ore di fine luglio 2006, sul colpo di mano milanese in A2A contro Brescia sugli assetti dirigenziali, nel gennaio 2008 o sul documento approvato mesi fa in Loggia quasi all’unanimità. Inceneritore. Rivendico un qualche merito per la sua approvazione in Loggia, con la ns astensione determinante, il 29 luglio del ’92, sindaco Panella. Il ciclo integrato prevedeva allora 266 mila t/a. Molto è cambiato, ma proprio per questo penso vadano verificati quantitativi e sicurezza ambientale. Sul Metrò, da me condiviso fin dalla nascita, il piano economico di costruzione è stato rispettato. Quello finanziario (più problematico) dipende anche dal fatto che Regione Lombardia faccia gli stanziamenti necessari per Km., finora inferiori ad altre città, che si riorganizzi il traffico di superficie (totale assenza della Provincia Cavalli-Molgora) e si preveda il prolungamento. Il destino futuro della Metrò sta nel suo prolungamento. Queste le mie risposte, in cordiale attesa delle tue. Insisto: senza polemiche. Ma 76 voti, su 1200 iscritti, su circa 12 mila voti penso meritino una vs. riflessione. Grazie

  15. sono curioso Bragaglio : cosa ne pensa circa la elezione della Boldrini ? un altra ricca borghese cosi tanto a testimoniare che la sinistra estrema non ha piu’ nulla da spartire con i poveri e gli operai . Perche’ avete fatto un regalo al SEL che alle elezioni ha preso una bastonata persino in Puglia regione del suo leader ? ( in Lombardia e’ addirittura sparito ) e’ stato un regalo al " fratello degli zingari " Vendola o e’ stato solo per vedere se abboccavano l’M5S ? ( peraltro alla camera non ve ne era bisogno…peccato ) , pero’ per cortesia non mi venga a parlare del nuovo perche’ la Boldrini di nuovo non ha proprio nulla.

  16. Ma come? Il primo partito cittadino recupera solo 123 persone che si schiodano da casa (e dai pioveva un pochino) per andare a scegliere con solo 76 preferenze una candidata a sindaco? Ma riusciranno a riempire una lista per i candidati a consigliere? (elezione quasi sicura con pochissime preferenze) e gli assessori (in caso di vittoria) li cercano sul web? dopo?
    Ma come mai così pochi pronti a saltare sul carro del vincitore? Certo a Brescia non si incassano congrue indennità come il consiglio regionale, in parlamento, come assistenti dei gruppi regionale,parlamenta ri….
    Certo anche il PD con Del Bono (contrario alle primarie …. sembra che Brescia non debba seguire l’andazzo generale del suo partito (primarie dappertutto, anche se strambe: vedasi voto per cittadini non aventi diritto)…..però ha già il suo bel negozio alla Pallata!

  17. ma agli incontri si possono fare domande ed avere risposte o sono solo monologhi alla Travaglio ? No perche’ fino ad ora siete sempre scappati con la scusa che i giornalisti scrivono falsita’ su di voi. Ho capito che volete chiudere inceneritori , fabbriche ecc che secondo alcuni inquinano , insomma che ci saranno altre migliaia di famiglie senza lavoro l’ho capita ma vorrei anche sapere come la pensate su altri argomenti di politica nazionale ed estera …certo che se il buongiorno si vede dai vostri capigruppo tipo Crimi o portavoce tipo Lombardi la quale dice che l’audizione sui Maro’ e su Cipro non gli interessa ( la situazione Cipro non interessa ?????? ) gli italiani sono messi davvero male.

  18. Dilettanti allo sbaraglio, una setta chiusa e autoreferenziale che ha idee tra l’assurdo e il faceto. Ci manca solo di lasciare la nostra città in mano a questi incapaci per fare la fine di Parma..pizzarotti docet

RISPONDI