Loggia 2013, Il Codisa oltre le logiche di schieramento. “Pronti a dare il nostro contributo”

0

Con un comunicato il Codisa di Brescia propone agli schieramenti che parteciperanno alla prossima tornata elettorale per l’elezione del nuovo consiglio comunale cittadino un incontro dove poter esporre il proprio punto di vista sulla situazione ambientale attuale e sulle azioni da intraprendere in futuro.

DI SEGUITO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO:

Il Co.Di.S.A. opera sul territorio bresciano dal 2001, prima come semplice comitato e poi dal 2004 come associazione. Ad oggi abbiamo offerto alla comunità bresciana circa 15.000 ore di volontariato. Molte persone in questi dodici anni hanno condiviso con noi la passione civica e la sensibilità ambientale e con noi sono stati per un breve o un lungo tratto della loro strada. A tutti coloro che ci hanno voluto offrire il loro tempo non è stato mai chiesto di spogliarsi della loro identità culturale o da dove venissero, ma soprattutto dove volevano andare, e se condividevano i nostri stessi obiettivi si poteva lavorare insieme. E gli obiettivi erano e sono sempre stati quelli di fare crescere una sensibilità ambientale in tutti i settori della società civile che potesse diventare senso comune, in modo tale da orientare la normativa e cambiare gli stili di vita della nostra città, dalle imprese alle famiglie. Lo strumento per far questo ha sempre seguito questo metodo: manifestazione del disagio, proposta e dialogo sociale, superando a piè pari gli steccati ideologici per cercare di creare la possibilità di una discussione collettiva, evitando accuratamente i giudizi precostituiti e le pregiudiziali sulle persone che non permettono nessun confronto sereno, serio e costruttivo. Il nostro impegno nella Consulta per l’ambiente ne è una prova tangibile. Il dialogo con l’amministrazione, nel rispetto delle differenze, un’altra. Oggi siamo alla vigilia di una tornata elettorale in cui i cittadini si organizzano in liste elettorali attraverso i partiti o liste civiche, e per noi questo è momento importante per capire a che punto siamo con la sensibilità ambientale che si potrà valutare dai programmi di chi si candida al nuovo governo della città, che abbia l’assetto attuale o uno diverso. Il nostro sogno naturalmente è che tutte le parti concorrenti abbiano sulle questioni ambientali gli stessi orientamenti. Noi riteniamo un valore di alto senso civico che ogni attivista del Co.Di.S.A. possa mettersi a disposizione della buona politica, e di quelle liste o candidati che hanno voluto o vorranno acquisire da noi il portato dei valori e dell’esperienza fatta in tutti questi anni di volontariato e di vicinanza alla gente. Nel ritenere di aver già dimostrato la nostra capacità di andare oltre ogni logica di schieramento partitico, restiamo pronti ed aperti ad ogni richiesta di collaborazione che voglia andare verso un progetto di città eco-sostenibile e più naturale, nello spirito che ci ha sempre contraddistinto di voler guardare oltre il frangente di una tornata elettorale e gli ambiti angusti di un quinquennio. Al fine di poter offrire il nostro contributo chiederemo di incontrare tutte le parti per offrire il nostro punto di vista.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. LA PROSSIMA AMMINISTRAZIONE COMUNALE SARA’ PRESUMIBILMENTE ANCORA UNA VOLTA O PD O PDL. COSTORO NON HANNO NULLA DA RIVENDICARE IN TERMINI DI AZIONE POSITIVA NEI CONFRONTI DELL’AMBIENTE BRESCIANO MA SOLO COLPE. SIAMO SICURI DI FIDARCI DI CHI HA SEMPRE MESSO AL PRIMO POSTO IL PROFITTO OD IL LAVORO A SCAPITO DELL’AMBIENTE E DELLA SALUTE DEI CITTADINI ? COSTORO VIVONO ANCORA NELL’OTTOCENTO E NON SI SONO ACCORTI CHE BRESCIA E’ LA TERZA, O GIU’ DI LI’, CITTA’ PIU’ INQUINATA D’EUROPA. INCENERITORI, FERRIERE IN CITTA’, CEMENTIFICAZIONE, TRAFFICO INSOSTENIBILE SONO LORO CHE LI HANNO VOLUTI O TOLLERATI PPER INTERESSI O COLLUSIONE CON ILPOTERE ECOMONICO CITTADINO. SE ORA BLATERANO DI AMBIENTE E’ PERCHE’ I CITTADINI SI STANNO AUTONOMAMENTE RIBELLANDO CON I MILLE COMITATI DI BASE, MAL SOPPORTATI QUANDO NON APERTAMENTE OSTEGGIATI. SEMPRE E COMUNQUE DOPO. HANNO SPRECATO UN MLD DI EURO IN LAM E METRO SENZA NEMMENO UNA SERIA INDAGINE EPIDEMIOLOGICA SUI TUMORI DI UNA CITTA’ IN QS CAMPO ALL’AVANGUARDIA. MA I POLITICI DOVREBBERO ESSERE I RAPPRESENTANTI DEI CITTADINI O DELL’ECONOMIA PREDATORIA ?

  2. Stasera al Parco dell’Acqua incontro organizzato da Piattaforma Civica di Francesco Onofri, con relatori Paola Brambilla del WWF Lombardia, Isaac Scaramella di Legambiente, Vittorio Campione Assessore all’ambiente di Lecco. Si parlerà di Partecipazione. Informazioni su piattaformacivica

LEAVE A REPLY