Anche a Desenzano scocca l’ora della terra

0

L’amministrazione comunale di Desenzano del Garda ha aderito all’iniziativa “L’ora della terra – Earth Hour” promossa dal WWF a livello internazionale. Il 23 marzo alle 20.30 il mondo intero si spegnerà per un’ora: monumenti, case, uffici, città resteranno non illuminati per testimoniare l’impegno di cittadini, governi e organizzazioni nella lotta al cambiamento climatico e per uno stile di vita sostenibile.

 

L’assessore all’Ecologia e Ambiente Maurizio Maffi, che ha proposto l’adesione di Desenzano alla Campagna del WWF, lancia così un nuovo messaggio di risparmio energetico: già nel febbraio scorso il Comune aveva aderito a "M’illumino di meno", la giornata  internazionale promossa da Radio2 e per l’occasione il Comune aveva spento l’illuminazione del Castello e di villa Brunati e ridotto quella sul lungolago.

La stessa riduzione dei consumi elettrici verrà riproposta la sera di sabato 23 marzo in concomitanza con il concerto di Pasqua in programma nella chiesa di San Biagio a Rivoltella.

Il percorso d’accesso alla chiesa sarà illuminato solo da candele, e mentre su uno schermo scorreranno le immagini della Campagna Earth Hour, alcuni strumentisti eseguiranno un accompagnamento musicale. Un modo suggestivo per far riflettere sui temi ambientali e per chiudere con un messaggio “forte” la stagione concertistica desenzanese.

Il concerto, con inizio alle ore 21 e ingresso libero, vedrà i Virtuosi Italiani (con Alberto Marini violino concertante ed il soprano M.Laura Martorana) eseguire brani di J.S. Bach e A. Vivaldi.

L’Ora della Terra è un’azione globale del WWF nata per favorire il cambiamento di comportamenti individuali e portare ad azioni reali, grandi e piccole, per salvare il Pianeta sul quale viviamo.

Alla sua sesta edizione, nel 2012 , le città coinvolte sono state più di 7.000 in 152 paesi del mondo (400 in Italia). Oltre 2 miliardi i partecipanti e 154 le imprese coinvolte. Più di 4,64 milioni di visualizzazioni sul canale www.youtube/earthhour.

Dalle 20:30 alle 21:30 si sono spenti luoghi simbolo, tra cui la facciata e la Cupola della Basilica di S. Pietro, il Teatro Alla Scala di Milano, piazza S. Marco a Venezia, la Torre di Pisa, Duomo, Battistero e Ponte Vecchio a Firenze, la Mole Antonelliana a Torino, i Sassi di Matera, l’Acquario di Genova e molte altre.

Sul sito internet http://www.wwf.it/oradellaterra, nella sezione “città partecipanti”, è possibile  consultare l’elenco delle città aderenti, mentre nella sezione “eventi” è consultabile l’elenco aggiornato degli eventi collegati all’iniziativa suddivisi per regione. 

Comments

comments

LEAVE A REPLY