La Lega sulle barriere architettoniche della stazione di Desenzano: “Presto due ascensori”

0
Bsnews whatsapp

I rappresentanti di Centostazioni spa, su sollecitazione della segreteria provinciale della Lega Nord di Brescia e della sezione di Desenzano, hanno effettuato questa mattina un sopralluogo presso la stazione ferroviaria di Desenzano, risultata inaccessibile e inutilizzabile da parte di persone disabili e accompagnatori a causa dell’assenza di strutture adeguate.

I rappresentanti dell’azienda, che al termine dell’incontro si sono recati in municipio per parlare della questione anche con il sindaco di Desenzano, si sono impegnati a realizzare entro l’autunno due ascensori, uno per ogni binario. “Più che di una battaglia politica si tratta di un impegno in favore della civiltà. – ha dichiarato il consigliere regionale lombardo Fabio Rolfi – La Lega Nord ha recepito subito il disagio delle persone disabili a cui veniva di fatto impedita la facoltà di utilizzare un mezzo pubblico e si è adoperata affinché venissero riconosciuti i diritti di mobilità delle persone disabili. Essendo la stazione di Desenzano un luogo di interesse storico, dovremo attendere anche il parere della Soprintendenza. Mi attiverò personalmente affinché il progetto si possa concretizzare nel minor tempo possibile”. “Questa mattina insieme a Marco “Mastro” Bottardi, il ragazzo che ha lanciato l’appello nelle scorse settimane, ho incontrato personalmente i dirigenti di Centostazioni – aggiunge Paolo Formentini, segretario della Lega Nord di Desenzano – che si sono dimostrati disponibili a risolvere la situazione. La Lega Nord di Desenzano ha voluto fin dal primo momento affiancare Marco in questa battaglia per i diritti dei disabili e l’abbattimento delle barriere architettoniche. Sono contento che grazie a questo appello si sia riusciti a ottenere risposte concrete e un impegno certo da parte dei gestori. Ora vigileremo giorno dopo giorno l’andamento dei lavori”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI