Paolo VI, la piazza ferita che necessita di cure

1
Bsnews whatsapp

Una piazza pedonalizzata che però mostra tutti i segni del tempo. Da cubetti di porfido staccati a erba che cresce tra le crepe, dalle fioriere abbandonate e "vittime" di atti vandalici, alle mura crepate. Dal Broletto in piazza la situazione non migliora. La stessa Casa dei Camerlenghi, esce illesa dal degrado, colpa di writers senza pietà. L’assessore ai Lavori pubblici e al centro storico, Mario Labolani ha però rassicurato che si tratta di opere di manutenzione straordinaria che inizieranno la prossima settimana. "Non vedo molte problematiche in piazza Duomo, eccetto qualche cubetto saltato nella zona nord, dovuto probabilmente al passaggio dei camion necessari alle manifestazioni, alle sagre e alle fiere, ospitate durante autunno e inverno – dichiara l’assessore al Bresciaoggi -. Entro una settimana riposizioneremo il selciato. Facendo il sopralluogo in piazza devo dire che lo slargo è a posto. Sono altri luoghi a preoccuparci di più…".  Quello che davvero preoccupa Mario Labolani, in accordo con Maurizio Margaroli, il vero problema è la "mancanza di progettualità" della piazza. Margaroli ricorda che tempo addietro si propose di inserirla nel Duc, il distretto urbano del commercio ma che dopo 4 anni, pedonalizzazione a parte, non è stato fatto altro. "Manca l’illuminazione, tanto che la sera sembra di essere in un cimitero. Per non parlare della manutenzione del selciato, completamente abbandonata", ha incalzato Margaroli, "bisogna intervenire al più presto per preservare l’anima storica della piazza ed evitare che le attività che ancora oggi lavorano affacciandosi sul Duomo perdano la pazienza e chiudano".

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. forse era meglio spendere i soldi per questo piuttosto che per il bigio! il sig. Labolani dia anche una sistemata alle strade che sono piene di crepe e buche

RISPONDI